IndyCar: Power in pole a St.Pete, male Newgarden e Dixon

Will Power ha conquistato a St. Pete la quinta pole stagionale, mentre i due protagonisti in lotta per il titolo, Josef Newgarden e Scott Dixon, hanno deluso con l'ottavo e l'undicesimo tempo.

IndyCar: Power in pole a St.Pete, male Newgarden e Dixon

L’ultima pole della stagione porta la firma di Will Power. Il pilota del team Penske è riuscito ad imporsi per la quinta volta quest’anno e per la sessantaduesima in carriera fermando il cronometro sul tempo di 61’’0369.

Power è riuscito a precedere di poco più di un decimo il duo dell’Andretti Autosport composto da Alexander Rossi e Colton Herta, con quest’ultimo piuttosto deluso dal suo giro per non essere riuscito a sfruttare al meglio le gomme.

Alle loro spalle scatterà un ottimo James Hinchcliffe davanti alla vettura del Meyer Shank Racing affidata a Jack Harvey ed alla Arrow McLaren SP di Pato O’Ward.

Decisamente deludente la qualifica dei due contendenti per il titolo, Josef Newgarden e Scott Dixon. Il pilota del team Penske ha pagato un gap dal compagno di squadra di mezzo secondo, mentre il leader del campionato è stato più lento di quasi 7 decimi.

Newgarden scatterà così dall’ottava posizione, con al suo fianco Sebastien Bourdais, mentre la quinta fila sarà occupata dal rookie dell’anno Rinus VeeKay e dalla seconda Arrow McLaren condotta da Oliver Askew.

Simon Pagenaud aveva mostrato lo stesso passo di Newgarden in qualifica, ma un errore in occasione dell’ultimo tentativo lo ha costretto al dodicesimo tempo ed in gara prenderà il via al fianco di Dixon.

In Q1, nel Gruppo 2, Herta è stato davvero impressionante sulle Firestone nere girando in 60’’6614 e relegando Power a 4 decimi. Il suo crono ha resistito agli attacchi di VeeKay, Power e Rosenqvist.

Lo svedese si è visto cancellare i suoi due migliori riferimenti per aver ostacolato Alex Palou e dovrà quindi scattare dal fondo della griglia dopo essere stato estromesso dal Q2.

La penalizzazione di Rosenqvist avrebbe dovuto consentire ad Askew e Veekay di passare il taglio, ma inizialmente anche i loro tempi sono stati cancellati per non aver rallentato a sufficienza in occasione di una bandiera gialla causata da Chilton.

Ad essere promossi in Q2 sono quindi stati Palou e Daly, ma la loro gioia è durata poco. Un problema di cronometraggio ha infatti consentito ad Askew e VeeKay di essere ammessi al turno successivo, mentre i primi due sono stati relegati nelle parti meno nobili della griglia.

Per risolvere questo inconveniente sono serviti ben 20 minuti…

Tra le esclusioni eccellenti in Q1 si è assistito a quelle di Takuma Sato e di Ryan Hunter-Reay, mentre il debutto di McLaughlin è stato tutto sommato positivo se si considera il ritardo di poco meno di un secondo pagato da Hinchcliffe alla sua prima qualifica in IndyCar.

Cla Pilota Team Tempo Distacco Mph
1 Australia Will Power
United States Team Penske 1'01.036 106.165
2 United States Alexander Rossi
United States Andretti Autosport 1'01.173 0.136 105.929
3 United States Colton Herta
Andretti Harding Steinbrenner Autosport 1'01.181 0.144 105.914
4 Canada James Hinchcliffe
United States Andretti Autosport 1'01.362 0.325 105.602
5 United Kingdom Jack Harvey
United States Michael Shank Racing 1'01.367 0.330 105.593
6 Mexico Patricio O'Ward
Arrow McLaren SP 1'01.772 0.735 104.901
7 France Sébastien Bourdais
United States A.J. Foyt Enterprises 1'00.810 106.561
8 United States Josef Newgarden
United States Team Penske 1'00.867 106.461
9 Netherlands Rinus van Kalmthout
United States Ed Carpenter Racing 1'00.883 106.432
10 United States Oliver Askew
Arrow McLaren SP 1'00.977 106.269
11 New Zealand Scott Dixon
United States Chip Ganassi Racing 1'01.028 106.180
12 France Simon Pagenaud
United States Team Penske 1'01.229 0.192 105.831
13 Japan Takuma Satō
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 1'00.942 106.330
14 United States Conor Daly
United States Ed Carpenter Racing 1'01.160 0.124 105.950
15 Sweden Marcus Ericsson
United States Chip Ganassi Racing 1'00.961 106.296
16 Spain Álex Palou
Dale Coyne Racing with Team Goh 1'01.163 0.126 105.946
17 United States Graham Rahal
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 1'01.145 0.108 105.976
18 United States Santino Ferrucci
Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan 1'01.179 0.142 105.917
19 United States Ryan Hunter-Reay
United States Andretti Autosport 1'01.173 0.136 105.929
20 United States Charlie Kimball
United States A.J. Foyt Enterprises 1'01.242 0.205 105.809
21 New Zealand Scott McLaughlin
United States Team Penske 1'01.640 0.604 105.125
22 Sweden Felix Rosenqvist
United States Chip Ganassi Racing 1'01.522 0.485 105.327
23 United States Marco Andretti
Andretti Herta Autosport with Marco & Curb-Agajani 1'01.683 0.646 105.053
24 United Kingdom Max Chilton
United Kingdom Carlin 1'21.790 20.754 79.226

 

condividi
commenti
IndyCar, Harvest GP: Power si prende Gara 2 in volata
Articolo precedente

IndyCar, Harvest GP: Power si prende Gara 2 in volata

Articolo successivo

IndyCar: Newgarden vince ma non basta, Dixon è campione

IndyCar: Newgarden vince ma non basta, Dixon è campione
Carica i commenti