Penalità invariate per le sostituzioni del motore

Penalità invariate per le sostituzioni del motore

Anche nel 2013 quelle non previste dal regolamento comporteranno un arretramento in griglia di 10 posizioni

Gli organizzatori della Indycar hanno deciso di continuare ad applicare delle sanzioni per i cambi di motore non autorizzati anche nella stagione 2013. Per cercare di tenere i costi limitati nonostante l'introduzione della concorrenza tra motoristi, è stato deciso di applicare una penalità di 10 posizioni in griglia per ogni cambio effettuato prima del chilometraggio minimo richiesto o oltre l'utilizzo delle cinque unità consentite. Per la stagione che sta per cominciare il promoter della serie aveva anche pensato di apportare delle modifiche a questo sistema di penalità, ma alla fine il direttore tecnico della serie Will Phillips ha spiegato che probabilmente questa soluzione era quella più sensata. "I regolamenti sui motori sono stati studiati per garantire misure di contenimento dei costi sia ai costruttori che alle squadre e continueranno ad esistere anche nel 2013" ha spiegato Phillips. "Abbiamo valutato anche delle alternative, chiedendo delle opinioni a squadre e produttori, ma dopo un'attenta valutazione abbiamo deciso di continuare con la penalità di 10 posizioni in griglia. Ci sembra la soluzione più coerente per il breve termine".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Articolo di tipo Ultime notizie