IndyCar
G
Birmingham
03 apr
-
05 apr
Evento concluso
G
Austin
24 apr
-
26 apr
Evento concluso
G
Detroit
29 mag
-
31 mag
Evento concluso
06 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
2 giorni
25 giu
-
27 giu
Canceled
G
Grand Prix of Indianapolis
02 lug
-
04 lug
Prossimo evento tra
28 giorni
G
Road America
10 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
36 giorni
10 lug
-
12 lug
Canceled
G
16 lug
-
18 lug
Prossimo evento tra
42 giorni
G
Mid-Ohio
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
64 giorni
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
78 giorni
G
Gateway
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
85 giorni
G
Portland
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
99 giorni
G
Laguna Seca
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
106 giorni
23 ott
-
25 ott
Libere 1 in
143 giorni

IndyCar: ora rischiano di saltare anche Detroit e Richmond

condividi
commenti
IndyCar: ora rischiano di saltare anche Detroit e Richmond
Di:
Tradotto da: Redazione Motorsport.com
31 mar 2020, 07:43

La stagione 2020 della IndyCar Series dovrebbe partire con il Detroit Grand Prix del 29-31 maggio, seppur il Michigan abbia dichiarato lo stato di emergenza lo scorso weekend.

Gli organizzatori dell'evento stanno studiando alternative nel caso in cui la gara dovesse essere riprogrammata, cosa già avvenuta la scorsa settimana per le due corse di Indianapolis, fatto che per altro toccherebbe anche l'IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

Gli organizzatori del round hanno emesso una nota nella quale spiegano la situazione attuale.

“I responsabili del Detroit Grand Prix stanno continuando a lavorare con le autorità locali per monitorare e avere informazioni sulla pandemia di COVID-19. Dopo le restrizioni e le linee guida che hanno toccato la programmazione degli altri eventi, gli organizzatori del GP stanno studiando tutte le opzioni relative all'appuntamento del weekend del 29-31 maggio".

“L'aspetto primario continua ad essere la salute e la sicurezza di spettatori, collaboratori, volontari, dipendenti e partecipanti alla gara di Detroit. I responsabili daranno ulteriori comunicazioni in base all'evolversi della situazione".

Un portavoce di Penske Entertainment (che si occupa della IndyCar e del Detroit GP) a Motorsport.com ha confermato che per ora si resta alla finestra.

“E' una situazione in costante evoluzione, purtroppo. Il Presidente Trump ieri ha esteso le restrizioni fino al 30 aprile, per cui continuiamo a lavorare come se si dovesse correre l'ultimo fine settimana di maggio, consapevoli che tutto può cambiare rapidamente".

Fra l'altro, anche la gara di Richmond è a forte rischio dopo che il governatore della Virigina, Ralph Northam, ha esteso le restrizioni che vietano assembramenti a 10 o più persone fino al 10 giugno, ossia un paio di settimane prima della tappa di IndyCar.

Articolo successivo
IndyCar: la 500 Miglia di Indianapolis spostata al 23 agosto

Articolo precedente

IndyCar: la 500 Miglia di Indianapolis spostata al 23 agosto

Articolo successivo

IndyCar: salta anche Detroit, doppie date per Iowa e Laguna Seca

IndyCar: salta anche Detroit, doppie date per Iowa e Laguna Seca
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar , IMSA
Autore David Malsher