Briscoe vola, ma la pole passa a Franchitti

Briscoe vola, ma la pole passa a Franchitti

Tutti i piloti Chevrolet penalizzati per la sostituzione del motore: ne approfitta il campione in carica

Tre gare, tre pole position: è questo il bottino della Penske in questo avvio di stagione 2012 della Indycar. Peccato però che quella conquistata da Ryan Briscoe a Long Beach servirà a ben poco, visto che tutte le Dallara motorizzate Chevrolet dovranno subire un arretramento di 10 posizioni sulla griglia di partenza proprio per aver sostituito le loro unità. L'australiano aveva girato in 1'08"6089, staccando di poco meno di un decimo il compagno di squadra Will Power. Terzo tempo poi per Ryan Hunter-Reay della Andretti Autosport, seguito da un ritrovato Dario Franchitti, primo tra i piloti Honda con la sua monoposto della Ganassi Racing. E proprio il campione in carica approfitterà della strana situazione creata dalle sostituzioni dei motori Chevy: essendo l'unico ad essere arrivato nella Fast 6 con un propulsore giapponese, il veterano scozzese avrà modo di provare a rifarsi di un inizio di campionato al di sotto della aspettative scattando al palo. E quella di Long Beach sarà una prima fila tutta inedita, visto che il secondo dei piloti non penalizzati è il rookie Josef Newgarden, che comunque ha mostrato tutto il suo talento sfiorando l'accesso all'ultimo segmento della qualifica. Particolare anche l'incidente capitato a Scott Dixon, la cui monoposto ha iniziato a fare fiamme dal retrotreno in due distinte occasioni: nonostante questo inconveniente, grazie alle penalità, il neozelandese della Ganassi Racing si potrà andare a schierare in seconda fila. 18esimo tempo per Rubens Barrichello, che però scatterà dall'ultima fila essendo il penultimo tra i piloti dotati di motore Chevrolet.

Indycar - Long Beach - Qualifiche

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Dario Franchitti , Ryan Briscoe
Articolo di tipo Ultime notizie