IndyCar
25 giu
Canceled
10 lug
Canceled
17 lug
Evento concluso
07 ago
Postponed
G
Gateway
28 ago
Prossimo evento tra
12 giorni
G
Portland
11 set
Canceled
G
Laguna Seca
18 set
Canceled

IndyCar, Iowa, Gara 2: dominio di Josef Newgarden

condividi
commenti
IndyCar, Iowa, Gara 2: dominio di Josef Newgarden
Di:
19 lug 2020, 06:48

Josef Newgarden ha condotto una gara praticamente perfetta ed ha centrato il terzo successo all’Iowa Speedway precedendo Will Power e Graham Rahal. Quinto posto per Dixon

Alla partenza Newgarden ha subito mantenuto il comando precedendo Will Power, mentre alle loro spalle hanno seguito Conor Daly, Ryan Hunter-Reay e Jack Harvey. Interessante il duello tra Colton Herta e Patricio O’Ward, mentre Santino Ferrucci si è reso protagonista di una rimonta dalla sedicesima all’ottava posizione piazzandosi davanti a Tony Kanaan e Felix Rosenqvist, il migliore dei piloti del Chip Ganassi Racing.

In fondo allo schieramento Scott Dixon è risalito rapidamente in quattordicesima posizione, mentre in maggiori difficoltà si è trovato il vincitore di Gara 1, Simon Pagenaud, in ventunesima piazza davanti alla monoposto di Alexander Rossi.

Al ventesimo giro Newgarden ha doppiato Zach Veach seguito ad 1,5’’ da Power con quest’ultimo sempre più minacciato da Daly, mentre al giro 34 O’Ward è riuscito finalmente a superare Herta e salire in sesta posizione. Quest’ultimo, poi, è stato superato anche da Ferrucci e Kanaan.

O’Ward ha iniziato una grande rimonta al giro 46 portandosi al quinto posto dopo aver passato Harvey per poi salire al quarto al passaggio numero 48 avendo la meglio su Ryan Hunter-Reay e portarsi a 4 secondi da Newgarden.

I primi ad effettuare la sosta sono stati Pagenaud, Takuma Sato, Oliver Askew, Rosenqvist, Rinus VeeKay, Marco Andretti, Charlie Kimball, Kanaan, Ericsson ed Herta.

Daly, O'Ward e Hunter-Reay sono passati dalla terza alla quinta posizione al 57° giro, mentre Newgarden, Ferrucci e Harvey si sono fermati al passaggio successivo. Power ha effettuato il pit al 59° giro, e lo stop di Newgarden avvenuto al giro precedente ha consentito al pilota del team Penske di mantenere il vantaggio.

Power è stato messo sotto pressione da O'Ward che lo ha poi superato al 67° giro, mentre Daly ha continuato ad occupare la quarta posizione seguito da Ericsson, Hunter-Reay e Harvey.

O’Ward non è riuscito a tenere il ritmo di Newgarden ma ha continuato a tenere a distanza un Power in difficoltà nel resistere a Daly. Al giro 88 il pilota del team Carlin è riuscito a passare e portarsi in terza piazza a 9 secondi da O’Ward.

Al giro 94 Harvey ha avuto la meglio all’interno su Hunter-Reay imitato poco dopo da Askew autore di un sorpasso all’esterno su Pagenaud, per poi superare con facilità Hunter-Reay e salire così in sesta piazza.

Al 104° giro, Power ha passato nuovamente Daly prima della sosta ai box, e la volta successiva è stato Newgarden a tornare ai box per montare gomme fresche e fare il pieno di carburante mentre O'Ward è andato un giro più lungo. Daly ha mantenuto la prima posizione per alcuni giri prima di andare ai box al 112° giro.

Successivamente è stata sventolata la bandiera gialla a causa di Ed Carpenter che è scivolato contro il muro e poi è andato in testacoda. Questo è avvenuto subito dopo che il suo compagno di squadra ECR Rinus VeeKay si era fermato ai box.

Rahal e Pagenaud hanno così approfittato della situazione per andare ai box e sono riusciti a tornare in pista in quarta e quinta piazza.

La ripartenza è avvenuta la giro 126 e Rahal è stato subito aggressivo superando immediatamente Power per il terzo posto, mentre al giro numero 160 Newgarden si è trovato in difficoltà nel doppiare Herta ed ha visto O’Ward sempre più minaccioso negli specchietti.

Nel momento in cui il doppiaggio è riuscito, Newgarden ha subito preso un vantaggio di 1,5’’ su O’Ward. Quest’ultimo si è fermato ai box al giro 173 ma è stato sfortunato per problemi alla posteriore destra che gli ha fatto perdere moltissimo tempo ed ogni possibilità di lottare per il successo.

Problemi anche per  Ryan Hunter-Reay che per la seconda volta consecutiva si è girato in uscita dalla pitlane sbattendo contro il muro e piegando la sospensione.

La full course caution ha lasciato Askew e Rossi in prima e quarta posizione ma i due si dovevano ancora fermare e stavano aspettando che la pit lane fosse riaperta. Daly, fermatosi prima dei rivali, è risalito così dalla nona alla quinta posizione passando sia Rahal che Pagenaud, mentre Harvey, Dixon e Kanaan hanno completato la top ten.

Il restart è avvenuto al giro 192 e Newagarden ha condotto davanti a Power, Daly, Rahal, Pagenaud, Harvey, Dixon, Kanaan ed Ericsson.

Il pilota del team Penske è subito scappato via prendendo un margine di 2 secondi sugli inseguitori, mentre Daly si è dovuto difendere dagli attacchi di Rahal e Pagenaud prima di effettuare la sosta finale al giro 219.

Quando Daly è entrato in pit, Rahal ha approfittato dell’aria pulito per scappare da Pagenaud e ridurre il distacco da Power nei 30 giri finali restando però sempre a 6 decimi di ditacco.

Nessuno, invece, è riuscito a bloccare il dominio di Newgarden capace di tagliare il traguardo con un vantaggio di quasi 3 secondi su Will Power, mentre per Rahal il terzo gradino del podio è un risultato di tutto rispetto considerando con non chiudeva in top 3 su un ovale dalla gara del Texas dello scorso anno.

Pagenaud non è riuscito a regalare la tripletta al team Penske, ma per la seconda gara di fila è stato in grado di tenere alle sue spalle il leader del campionato Dixon. Askew, invece, ha salvato la giornata in casa Arrow McLaren SP precedendo Harvey, Rossi, Ericsson e Marco Andretti bravissimo a passare Kanaan per la decima posizione nel giro finale.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 United States Josef Newgarden
United States Team Penske 250 1:38'40.518 135.900
2 Australia Will Power
United States Team Penske 250 1:38'43.305 2.786 2.786 135.836
3 United States Graham Rahal
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 250 1:38'44.083 3.564 0.778 135.818
4 France Simon Pagenaud
United States Team Penske 250 1:38'46.643 6.124 2.559 135.760
5 New Zealand Scott Dixon
United States Chip Ganassi Racing 250 1:38'47.094 6.575 0.451 135.749
6 United States Oliver Askew
Arrow McLaren SP 250 1:38'56.519 16.000 9.425 135.534
7 United Kingdom Jack Harvey
United States Michael Shank Racing 250 1:38'57.137 16.618 0.617 135.520
8 United States Alexander Rossi
United States Andretti Autosport 250 1:38'58.405 17.886 1.268 135.491
9 Sweden Marcus Ericsson
United States Chip Ganassi Racing 250 1:38'59.039 18.520 0.633 135.476
10 United States Marco Andretti
Andretti Herta Autosport with Marco & Curb-Agajani 250 1:39'00.536 20.017 1.496 135.442
11 Brazil Tony Kanaan
United States A.J. Foyt Enterprises 250 1:39'01.261 20.742 0.724 135.426
12 Mexico Patricio O'Ward
Arrow McLaren SP 249 1:38'41.709 1 Lap 1 Lap 135.329
13 United States Conor Daly
United Kingdom Carlin 249 1:38'47.661 1 Lap 5.952 135.194
14 Spain Álex Palou
Dale Coyne Racing with Team Goh 249 1:38'53.667 1 Lap 6.006 135.057
15 Sweden Felix Rosenqvist
United States Chip Ganassi Racing 248 1:38'42.728 2 Laps 1 Lap 134.763
16 United States Charlie Kimball
United States A.J. Foyt Enterprises 248 1:38'55.954 2 Laps 13.226 134.462
17 Netherlands Rinus van Kalmthout
United States Ed Carpenter Racing 248 1:38'57.683 2 Laps 1.728 134.423
18 United States Santino Ferrucci
Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan 247 1:38'44.685 3 Laps 1 Lap 134.175
19 United States Colton Herta
Andretti Harding Steinbrenner Autosport 247 1:38'46.095 3 Laps 1.409 134.143
20 United States Zach Veach
United States Andretti Autosport 247 1:38'53.087 3 Laps 6.991 133.985
21 Japan Takuma Satō
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 247 1:38'55.358 3 Laps 2.270 133.934
22 United States Ryan Hunter-Reay
United States Andretti Autosport 178 1:08'14.806 72 Laps 69 Laps 139.903
23 United States Ed Carpenter
United States Ed Carpenter Racing 112 40'00.498 138 Laps 66 Laps 150.161
Scorrimento
Lista

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda
1/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
2/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
3/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
4/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet e Conor Daly, Carlin Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet e Conor Daly, Carlin Chevrolet
5/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Rinus VeeKay, Ed Carpenter Racing Chevrolet

Rinus VeeKay, Ed Carpenter Racing Chevrolet
6/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda
7/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
8/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda
9/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda

Santino Ferrucci, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda
10/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
11/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
12/22

Foto di: IndyCar Series

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
13/22

Foto di: IndyCar Series

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
14/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
15/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
16/22

Foto di: IndyCar Series

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
17/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet

Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet
18/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
19/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
20/22

Foto di: IndyCar Series

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
21/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
22/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

IndyCar, Iowa, Gara 1: successo in rimonta per Pagenaud

Articolo precedente

IndyCar, Iowa, Gara 1: successo in rimonta per Pagenaud

Articolo successivo

Andretti: "Razzismo? Hamilton crea un problema che non esiste"

Andretti: "Razzismo? Hamilton crea un problema che non esiste"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Evento Iowa
Piloti Josef Newgarden
Team Team Penske
Autore David Malsher