Sato: "Franchitti non mi ha lasciato spazio"

Il giapponese ritiene di essere stato spinto troppo verso l'interno quando poi si è girato

Sato:
Il finale della 500 Miglia di Indianapolis non sembra essere andato assolutamente giù a Takuma Sato: il giapponese è entrato nell'ultimo giro nella scia di Dario Franchitti ed ha anche tentato l'attacco alla curva 1, finendo però in testacoda e terminando la sua corsa contro il muretto del catino dell'Indiana. L'ex pilota di Formula 1 ha quindi esaltato gli ultimi giri della sua gara, nei quali era riuscito a risalire dalla settima alla seconda posizione, ma ha anche accusato Franchitti di averlo stretto troppo all'interno all'inizio dell'ultimo giro. "All'ultimo restart, sono saltato dal settimo al quinto posto, poi sono risalito ancora: quarto, terzo, secondo. Ho spinto parecchio e continuato a fare sorpassi, quindi mi sono ritrovato a lottare per la vittoria all'ultimo giro" ha detto Takuma. "Ho visto una buona opportunità all'uscita della curva 4 e mi sono messo nella scia di Dario: ero già all'interno ancora prima della curva 1 e credo che lui non mi abbia lasciato abbastanza spazio all'interno. Mi ha spinto al di sotto della linea bianca, dove non c'è grip, ed è per questo che ho perso il controllo della vettura e anche la gara" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Takuma Satō
Articolo di tipo Ultime notizie