Indy 500: Pagenaud in evidenza nel "Carb Day"

Sul passo di gara migliorano le vetture motorizzate Honda: ce ne sono sei tra i primi dieci

Indy 500: Pagenaud in evidenza nel
Si è concluso da poco il "Carb Day" della 500 Miglia di Indianapolis, ovvero l'ultima sessione di prove libere a disposizione di team e piloti, utile a terminare la messa a punto delle monoposto in vista della grande gara di domenica. Ad ottenere la miglior prestazione è stato Simon Pagenaud, che con la sua Dallara-Honda della Schmidt Peterson Motorsport è riuscito a girare con una media di 225,304 miglia orarie, migliorando di poco le 225,304 della vettura motorizzata Chevrolet della Andretti Autosport affidata ad EJ Viso. Terzo tempo poi per il campione in carica Ryan Hunter-Reay. Dopo la grande delusione delle qualifiche, nelle quali la miglior monoposto motorizzata Honda era stata quella di Alex Tagliani con l'11esimo tempo, oggi è arrivata una sorta di riscossa per i propulsori giapponesi, che sono andati ad occupare sei delle prime dieci posizioni. Un segnale sicuramente incoraggiante per quanto riguarda il passo di gara, soprattutto per quanto riguarda i due piloti della Ganassi Racing, ovvero Dario Franchitti e Scott Dixon, rimasti piuttosto a lungo al vertice della classifica. Da segnalare anche la breve interruzione provocata da Ana Beatriz, vittima di un'incomprensione con Carlos Munoz mentre quest'ultimo stava rientrando ai box, che l'ha portata a danneggiare la sua monoposto in maniera tale da rimanere ferma per il resto della sessione. Ma non è tutto perchè subito dopo la bandiera a scacchi c'è stato anche un principio d'incendio sulla vettura di Ryan Briscoe, che comunque è stato spento sul nascere grazie alla prontezza dei commissari.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Simon Pagenaud
Articolo di tipo Ultime notizie