Indy 500, Libere 9: Newgarden ok, Busch sbatte

Indy 500, Libere 9: Newgarden ok, Busch sbatte

Medie più basse per tutti in configurazione da gara. Il pilota della NASCAR a muro alla curva 2, ma sta bene

A distanza di poche ore dalle qualifiche, i protagonisti della 500 Miglia di Indianapolis sono tornati in pista ieri per la nona sessione di prove libere, nella quale hanno dovuto girare con il pieno di carburante e l'assetto studiato per viaggiare nel traffico, con lo scopo di iniziare a prepararsi al meglio alla gara di domenica. Rispetto alle medie viste domenica, infatti, c'è stato un calo importante: dalle oltre 231 miglia orarie toccate dal poleman Ed Carpenter, si è passati infatti alle 227,105 che sono valse la prima posizione alla Dallara-Honda della Sarah Fisher Hartman Racing affidata a Josef Newgarden. Dietro di lui ci sono due dei grandi delusi delle qualifiche, ovvero Juan Pablo Montoya e Scott Dixon, che però si sono arresi senza neanche riuscire a superare il muro delle 227 miglia. Finalmente tra i primi si vede poi anche il vincitore dell'edizione 2013 Tony Kanaan, che ha chiuso quinto alle spalle del russo Mikhail Aleshin. Solo 20esimo invece il poleman, che è stato di poco più lento rispetto a Kurt Busch, che si è reso protagonista dell'unico incidente di giornata, andando a muro alla curva 2 con la sua monoposto della Andretti Autosport. Il pilota proveniente dalla NASCAR ha perso il controllo della vettura in uscita ed è andato ad impattare lateralmente: dopo i controlli di rito, ha già avuto l'ok dei medici per tornare in pista. Ancora indietro, infine, Jacques Villeneuve, che non è riuscito a fare meglio della 24esima prestazione, fermandosi a 224 miglia orarie.

Indycar - 500 Miglia di Indianapolis - Libere 9

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Kurt Busch , Josef Newgarden
Articolo di tipo Ultime notizie