Hulkenberg punta all'Indycar: "Il treno F1 è passato!"

Il pilota tedesco, chiusa definitivamente la parentesi in Formula 1, proverà una Dallara Chevrolet del team Arrow McLaren in occasione del rookie test che si terrà al Barber Motorsports Park. In ballo c'è l'esordio nella serie americana nel 2022 in alcune apparizioni sulla terza macchina del team di Zak Brown.

Hulkenberg punta all'Indycar: "Il treno F1 è passato!"

Nico Hulkenberg proverà una vettura IndyCar del team Arrow McLaren in occasione del rookie test che si terrà al Barber Motorsports Park lunedì 25 ottobre perché "...l'ultimo treno per la Formula 1 ormai è passato. Devo guardare altrove".

L’ex pilota di Williams, Sauber, Force India e Renault, vista l’impossibilità di trovare un sedile libero in Formula 1 per il 2022, sfrutterà la giornata dei rookie test per familiarizzare con le monoposto IndyCar, in vista di un possibile impegno nel campionato a stelle e strisce.

Nico, dopo non essere stato rinnovato dal team Reanult, che gli ha preferito Esteban Ocon per la stagione 2020, ha ben impressionato quando l'anno scorso è stato chiamato dalla Force India per sostituire Sergio Perez, a Silverstone, e Lance Stroll, al Gran Premio dell’Eifel, quando i due titolari sono stati colpiti dal COVID-19.

Nel 2021 ha mantenuto il ruolo di pilota di riserva per il team Aston Martin Racing ed è rimasto alla porta per trovare un sedile in Formula 1, perché “... il mio cuore è nelle corse in monoposto. Ovviamente gareggiare in F1 non sarà possibile, e la prossima migliore alternativa sarà la IndyCar”.

Leggi anche:

Nel caso dovesse approdare in America, Hulkenberg seguirà il percorso compiuto da Romain Grosjean, che ha ben impressionato da rookie quest’anno. Tuttavia, Nico sostiene che: "... non seguo Romain, ma sono spinto solo dalla voglia di correre ancora con le monoposto a livelli competitivi. Le auto sono belle e le corse sembrano piacevoli e divertenti".

Non è ancora stato definito l'ingaggio del tedesco con il team Arrow McLaren, in quanto, in occasione dell'appuntamento IndyCar a Laguna Seca, il CEO Zak Brown ha dichiarato ai media che il team schiererà una terza vettura per tutto il campionato solo nel 2023.

Tuttavia, Brown ha lasciato aperta la possibilità di affiancare già in alcuni eventi del 2022 una terza Dallara-Chevrolet a quelle dei confermati Felix Rosenqvist e Pato O’Ward.

Hulkenberg, oltre ad aver colto una pole position al Gran premio del Brasile del 2010 con la Williams e chiuso il campionato piloti di Formula 1 in settima posizione nel 2018 come miglior risultato, vanta la vittoria del campionato GP2 con il team ART Grand Prix nel 2009 e il successo alla 24 ore di Le Mans del 2015 con la Porsche 919 Hybrid LMP1.

In particolare l’avventura sul Circuit de La Sarthe lo accomuna con il team principal della McLaren, Andreas Seidl, ai tempi a capo delle operazioni in pista LMP1 per la Casa di Stoccarda. Che il manager tedesco abbia speso qualche buona parola con Zak per l'apprezzato connazionale?

Niccolò Carlotto

condividi
commenti
Lundgaard passa in IndyCar col Rahal Letterman Lanigan Racing
Articolo precedente

Lundgaard passa in IndyCar col Rahal Letterman Lanigan Racing

Articolo successivo

IndyCar | Hulkenberg impressiona dopo il primo test

IndyCar | Hulkenberg impressiona dopo il primo test
Carica i commenti