Loudon: confermata la vittoria di Hunter-Reay

Loudon: confermata la vittoria di Hunter-Reay

La corte istituita dall'Indycar ha rigettato le proteste di Newman/Haas e Ganassi Racing

La corte istituita dall'Indycar ha rigettato le proteste avanzate dalla Newman/Haas e dalla Ganassi Racing in merito all'esito finale della gara di Loudon. Dunque, viene confermata la vittoria di Ryan Hunter-Reay, arrivata al termine di una corsa dal finale decisamente concitato. La direzione gara, infatti, aveva fatto ripartire la gara con la pista umida, innescando diversi incidenti che hanno portato alla definitiva esposizione della bandiera rossa. A creare polemiche però è stata la decisione successiva di omologare la classifica finale in base all'ordine precedente al restart. Decisione che ha fatto decisamente imbestialire i vertici della Newman/Haas e della Ganassi Racing, visto che nelle fasi di restart Oriol Servia e Scott Dixon erano stati capaci di superare Hunter-Reay, che poi invece è stato dichiarato vincitore della corsa. Il fatto che Randy Bernard, grande boss della Indycar, abbia ammesso che in effetti ci sono stati diversi errori di valutazione da parte dei commissari, non ha però ammorbidito le posizioni di Jerry Gappens, Rollie Helmling e Jeff Stoops, che oggi sono stati chiamati a pronunciarsi sull'argomento. La vicenda però potrebbe anche non essere finita qui, visto che le due squadre che hanno protestato avranno ancora tempo fino alle cinque di venerdì per presentare un nuovo appello contro questa sentenza.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Ryan Hunter-Reay
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag lifestyle, roma