IndyCar: Carlin conferma Max Chilton anche per il 2021

L'ex pilota di Formula 1 disputerà la sua quarta stagione consecutiva col team britannico e sarà impegnato in tutte le gare su circuiti "classici", cittadini ed alla 500 Miglia di Indianapolis, mentre non correrà sugli ovali.

IndyCar: Carlin conferma Max Chilton anche per il 2021

Per Max Chilton questa sarà la sesta stagione in IndyCar e la quarta con il team Carlin dopo aver trascorso i sue primi due anni con il Chip Ganassi Racing.

L'ex pilota di Formula 1 ha tagliato il suo programma IndyCar nel 2019 dopo non essere riuscito a qualificarsi per la Indy 500, cancellando il resto degli ovali dal suo programma, mentre lo scorso inverno ha deciso di non prendere parte alle gare su ovali ad eccezione della 500 Miglia di Indinanapolis poiché questo evento consente di disputare diversi giorni di prove e consente ad un pilota di progredire con metodo.

Anche nel 2021 Chilton proseguirà con questo programma ed oltre alla storia gara di Indinanapolis, disputerà tutte le 13 prove su circuiti classici e cittadini.

"È davvero emozionante essere di nuovo con il team  Carlin", ha detto Chilton. "So che lo dico ogni anno, ma penso che abbiamo imparato molto la scorsa stagione, è stata una sfida enorme, probabilmente più impegnativa del nostro primo anno perché per la prima volta correvamo con una singola vettura”.

“Abbiamo disputato pochi test ed anche l’organizzazione logistica si è rivelata una sfida. Adesso abbiamo effettuato un grande programma di sviluppo durante l’inverno, più di quanto fatto in precedenza, e sono fiducioso che la vettura sia migliorata”.

"Sono anche consapevole di aver migliorato la fiducia in me stesso. Ho assunto uno psicologo dello sport, ho iniziato a fare sessioni settimanali al simulatore, ho cambiato un po' il mio allenamento solo per cercare di smuovere le cose e vedere può essere utile”.

“Spero che con questi elementi di novità avremo la possibilità di lottare regolarmente per la top 10 e di poter puntare al podio in qualche occasione. Affronteremo questa stagione con maggiore fiducia”.

Al momento il team Carlin non ha ancora annunciato chi guiderà la vettura #59 nel doppio round del Texas al World Wide Technology Raceway di Gateway. Il team vorrebbe confermare Conor Daly che è stato in grado di ottenere cinque piazzamenti in top 10 nelle sue prime nove gare su ovale, oltre ad ottenere una incredibile pole ad Iowa lo scorso anno.

Come nel 2020, Daly correrà con l’Ed Carpenter Racing in tutte le gare su circuiti classicici e cittadine, oltre alla 500 Miglia di Indianapolis, ma sarà disponibile per gli altri tre eventi su ovali.

condividi
commenti
Grosjean soddisfatto del primo test in IndyCar
Articolo precedente

Grosjean soddisfatto del primo test in IndyCar

Articolo successivo

Montoya correrà con il numero 86 a Indy per commemorare Revson

Montoya correrà con il numero 86 a Indy per commemorare Revson
Carica i commenti