Niente più Edmonton per l'Indycar

Niente più Edmonton per l'Indycar

Il promoter rinuncia perché l'evento non è sostenibile economicamente

La Octane Motorsports rinuncia all'ultimo anno di contratto e non organizzerà più la gara della Indycar sull'aeroporto di Edmonton. Lo dice Lorna Rosen, Responsabile Finanziario della città di Edmonton all'Edmonton Journal, spiegando che "Era un evento favoloso a cui partecipare e che creava un sacco di movimento ed esaltazione, ma dopo otto anni il suo tempo è scaduto. . Abbiamo provato tutto per renderlo un successo, e le gare erano anche belle, ma la profittabilità dal punto di vista di una azienda [il promoter] non c'era." Edmonton ha ospitato la Champ Car dal 2005 al 2007 ed è poi entrato nel calendario della Indycar post-fusione. Dispiaciuto il gran capo della Indycar Randy Bernard: "Quando abbiamo chiuso il calendario per la stagione 2013 , abbiamo dovuto purtroppo rinunciare ad Edmonton. Ringraziamo la Municipalità e tutti i tifosi per il loro supporto all'evento negli ultimi otto anni. Secondo Bernard questo però non va a limitare i piani di espansione del calendario. La prossima stagione ci sarà solo Toronto come tappa canadese, ma poi si tornerà a due dall'anno dopo: "La cosa importante è che questo non ha minato i nostri piani di portare ad almeno 19 gare il calendario 2013, e siamo ottimisti che torneremo a due tappe in Canada già dal 2014. Annunceremo il calendario della prossima stagione della IZOD IndyCar Series la prima settimana di ottobre."
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Articolo di tipo Ultime notizie