Arrivano le prime sanzioni per Honda e Chevrolet

Arrivano le prime sanzioni per Honda e Chevrolet

Da quest'anno le sostituzioni del propulsore vengono pagate direttamente dai motoristi

Non è servito troppo tempo per iniziare a vedere applicate le nuove sanzioni introdotte dalla Indycar per quanto riguarda la sostituzione dei propulsori, visto che la Chevrolet e la Honda si sono già viste portare via rispettivamente 50 e 30 punti in classifica. Fino all'anno scorso chi sostituiva il motore incappava in un arretramento di 10 posizioni in griglia di partenza, ma dal 2014 gli organizzatori della serie hanno deciso di andare ad intervenire direttamente nei confronti dei motoristi, ritenendo poco equo punire i piloti. Dunque, verranno detratti 10 punti per ogni cambio arrivato prima delle 2.500 miglia richieste per il ciclo vitale di ogni unità. Nello specifico, la Chevrolet paga quindi le sostituzioni avvenute sulle vetture di Sebastien Bourdais, Sebastian Saavedra, Will Power, Mike Conway e Charlie Kimball. Per quanto riguarda la Honda si tratta invece di quelle di Simon Pagenaud, Mikhail Aleshin e Jack Hawksworth.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Articolo di tipo Ultime notizie