A Fontana vince Power, ma Dixon è campione!

A Fontana vince Power, ma Dixon è campione!

Al pilota della Ganassi Racing basta il quinto posto in una gara rocambolesca per il terzo titolo Indycar

Will Power si è imposto nella gara conclusiva della stagione 2013 della Indycar, a Fontana, ma a festeggiare in California è stato Scott Dixon, che con il quinto posto si è laureato campione per la terza volta in carriera. Non si può di certo dire però che si sia trattato di una gara priva di colpi di scena. Basta analizzare alcuni numeri per capire che è successo davvero di tutto in questo ultimo round: solo nove vetture hanno visto la bandiera a scacchi, delle quali solo cinque a pieni giri. Inoltre sono stati ben 11 i piloti che si sono alternati al comando, con ben 28 cambi al vertice nell'arco dei 250 giri previsti (più di uno ogni 10 giri quindi!). In questa pazza gara bisogna dire che la sfortuna si è accanita contro Helio Castroneves, mentre Dixon è stato aiutato in più occasioni dalla dea bendata. Il brasiliano è stato tradito prima da un errore della Penske, che lo ha richiamato ai box quando la pitlane era chiusa, facendolo incappare in un drive through. Poi è stato lui stesso a danneggiare la sua ala anteriore, dovendo rientrare nuovamente per un pit stop e finendo indietro di un giro. Come detto, è andato tutto bene al neo-campione della Ganassi Racing, che nel finale ha accusato alcuni problemi con il sistema di raffreddamento della sua monoposto (guaio comune a molti altri colleghi qui a Fontana), che lo hanno costretto ad un paio di soste non programmate. Fortunatamente per lui, la safety car è sempre intervenuta nei momenti ideali, permettendogli di chiudere in quinta piazza, proprio davanti a Castroneves, e di mantenere quindi 27 punti di vantaggio in campionato. Will Power invece non ha avuto problema ad indicare la gara di sabato sera come una delle più belle della sua carriera: nonostante una corsa così combattuta, l'australiano della Penske ha comandato per ben 103 delle 250 tornate previste e alla fine è riuscito a negare ad Ed Carpenter il bis del successo ottenuto nel 2012. Si conclude in bellezza poi il rapporto tra Tony Kanaan e la KV, con il brasiliano che si è piazzato al terzo posto prima di emigrare alla Ganassi Racing, precedendo James Hinchcliffe ed appunto Dixon. Se molti piloti sono stati costretti al ritiro dai già citati problemi di raffreddamento, sono diversi anche quelli che sono finiti a muro. Ad avere la peggio è stato Justin Wilson, che è stato centrato da Tristan Vautier nella parte centrale della corsa, venendo poi trasportato al centro medico dove è stato riscontrato anche un infortunio, ma fortunatamente di leggera entità. La classifica finale del campionato (primi dieci): 1. Dixon 577; 2. Castroneves 550; 3. Pagenaud 508; 4. Power 498; 5. Andretti 484; 6. Wilson 472; 7. Hunter-Reay 469; 8. Hinchcliffe 449; 9. Kimball 427; 10. Franchitti 418.

Indycar - Fontana - Qualifiche

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Scott Dixon , Will Power
Articolo di tipo Ultime notizie