Dominio del team Rahal nei test notturni di Phoenix

condividi
commenti
Dominio del team Rahal nei test notturni di Phoenix
David Malsher
Di: David Malsher , US Editor
Tradotto da: Marco Di Marco
10 feb 2018, 09:08

Graham Rahal e Takuma Sato hanno ottenuto il primo e secondo tempo nei test sull'ovale di Phoenix precedendo il duo del team Penske con Pagenaud davanti a Newgarden. Lontano dalla vetta Will Power, solamente undicesimo.

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
Marco Andretti, Herta - Andretti Autosport Honda
Will Power, Team Penske Chevrolet
Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet
Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda

E' stato il team Rahal Letterman Lanigan Racing a fare la voce grossa nei test notturni andati in scena sul tracciato di Phoenix grazie a Graham Rahal autore del miglior crono ottenuto in 19''4574 davanti al vincitore della 500 Miglia di Indianapolis, Takuma Sato, autore del tempo di 19''4600.

"Abbiamo svolto un buon lavoro e Takuma è subito alle mie spalle" ha dichiarato Rahal al termine della sessione.

"Sinceramente il tempo ottenuto oggi non esprime al massimo il nostro potenziale. Avrei potuto raggiungere agevolmente il tempo di 19''300, ma sono stato rallentato dal traffico".

"Entrambe le nostre vetture hanno mostrato di avere un buon passo. Negli scorsi anni non abbiamo avuto molta fortuna su questo circuito. Essere in grado di girare subito velocemente con il nuovo aerokit è fantastico".

Identica soddisfazione è giunta da Takuma Sato: "Sono contento di essere tornato alla guida. Purtroppo ho avuto alcuni problemi di natura elettrica, ma gli ingegneri hanno lavorato in maniera eccellente per risolverli".

Alle spalle del duo del team RLLR troviamo le due monoposto del team Penske affidate a Simon Pagenaud e Josef Newgarden, mentre Tony Kanaan ha chiuso con il quinto crono di giornata.

Da segnalare l'unico brivido della sessione occorso al compagno di team di Kanaan, Matheus Leist, finito in testacoda ma bravo ad evitare il contatto con i muretti e concludere la giornata con il decimo tempo assoluto svettando quale miglior rookie.

Sempre in top ten troviamo ben tre vetture dell'Andretti Autosport con Ryan Hunter-Reay, Marco Andretti e Alexander Rossi in sesta, settima e nona piazza, mentre Scott Dixon ha centrato l'ottavo tempo.

Undicesimo tempo per Will Power, mentre alle spalle del pilota del team Penske si è piazzato Sebastien Bourdais miglior portacolori del Dale Coyne Racing.

L'ex DTM Robert Wickens ha chiuso con il quattordicesimo tempo, mentre James Hinchcliffe ha perso buona parte della sessione a causa di problemi di natura elettrica e non è riuscito a fare meglio del diciassettesimo crono.

Lontano dalla vetta il duo del team Carlin. Charlie Kimball e Max Chilton hanno ottenuto il quindicesimo ed il diciottesimo tempo riuscendo a percorrere, rispettivamente, 39 e 78 giri. La classifica è stata chiusa da Gabby Chaves, ultimo ma con un ritardo di 9 decimi dal crono di riferimento.

 

 

Prossimo articolo IndyCar

Su questo articolo

Serie IndyCar
Piloti Takuma Satō, Graham Rahal, Simon Pagenaud
Team Rahal Letterman Lanigan Racing
Autore David Malsher
Tipo di articolo Test