L'Indycar pensa nuovamente a varcare i confini

L'Indycar pensa nuovamente a varcare i confini

Le squadre vogliono utilizzare fattivamente tutti i mesi di sosta tra la fine della stagione e l'inizio della nuova

Torna la voglia di varcare i confini degli Stati Uniti in Indycar. Ma l'idea non e' di aggiungere trasferte aeree al campionato, in cui e' presente da tre stagione il cittadino di San paolo in Brasile, bensì di sfruttare tutti quei mesi tra la fine della stagione (quest'anno sarà il 9 ottobre a Fontana) e l'inizio della prossima. Addirittura ci sono voci di una voglia di anticipare ancora la conclusione della stagione, arrivando alla prova conclusiva a fine agosto (!!!), e quindi la cosiddetta off season diventerebbe ancora più lunga. E per questo il nuovo Presidente di Operazioni e Competizioni Derrick Walker sta valutando l'idea di alcune gare fuori campionato, di far cominciare la stagione a gennaio e febbraio all'estero o di una Winter Series, come in Europa vediamo fare da diverse stagioni in tante formule minori per permettere alle squadre di lavorare anche nei mesi in cui non c'è campionato. "Abbiamo squadre che dalla fine di settembre o da ottobre fino all'inizio della nuova stagione in marzo non hanno molto da fare; si possono fare solo tanti test," ha spiegato l'ex proprietario di un team CART ed IndyCar ad Autosport. "Le nostre squadre hanno bisogno di incassare ed una componente internazionale aggiunta alla loro stagione permetterebbe loro di rafforzare la loro posizione finanziaria." "Non allungheremo ancora il nostro attuale calendario e non vogliamo che il nostro campione venga incoronato all'1 del mattino in un qualche posto lontano" ha continuato Walker nello spiegare la sua idea. "Ma se ci fossero delle gare in gennaio o febbraio che poi conducano alla nostra serie in casa, allora avrebbe senso includerle nel nostro campionato." Dietro questo piano pare ci sia un gruppo europeo chiamato World Series Operations - legato anche all'A1GP World Cup of Motorsport tra il 2005 ed il 2009 ed ai successivi tentativi di rilanciare la serie - interessato a lanciare un mini campionato invernale sfruttando il marchio IndyCar Global Challenge. Addirittura avrebbe già delle bozze di accordi con diversi organizzatori e proporrebbe un campionato di cinque gare da disputare alla fine del 2014. L'idea di correre in inverno solletica le squadre, come dimostra J.F. Thormann, vice presidente della Andretti Autosport: "Siamo molto a favore di questa idea. Il calendario "domestico" finisce cosi' presto, ma noi assumiamo il nostro personale per tutto l'anno, quindi sarebbe un buon modo per utilizzare le nostre risorse umane ed i materiali."

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Articolo di tipo Ultime notizie