WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
28 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
56 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
WRC
18 set
Prossimo evento tra
35 giorni
WEC
13 ago
Prove Libere 1 in
07 Ore
:
20 Minuti
:
48 Secondi
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP Moto3
07 ago
Evento concluso
G
Spielberg
14 ago
FP1 in
23 Ore
:
55 Minuti
:
48 Secondi
Moto2
07 ago
Evento concluso
G
Spielberg
14 ago
IndyCar
07 ago
Postponed
12 ago
Prove Libere 2 in
07 Ore
:
55 Minuti
:
48 Secondi
Formula E
G
ePrix di Berlino VI
13 ago
FIA F3
14 ago
Prove Libere in
1 giorno
FIA F2
G
Barcellona
14 ago
Prove Libere in
1 giorno
Formula 1 ELMS
G
Barcellona
27 ago
Prossimo evento tra
13 giorni
DTM
14 ago
Prove Libere 1 in
1 giorno
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
28 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
21 giorni

Doonan: "La LMDh soddisfa tutti riunendo il meglio del meglio"

condividi
commenti
Doonan: "La LMDh soddisfa tutti riunendo il meglio del meglio"
Di:
2 giu 2020, 09:44

Il Presidente IMSA ha parlato con Motorsport.com della prossima riapertura dei campionati USA e soprattutto della piega che l'endurance prenderà coi nuovi regolamenti condivisi con FIA WEC e ACO.

Il prossimo 4 luglio sarà una data importantissima per gli Stati Uniti, non tanto per lo storico Indipendence Day, ma per quella che risulterà l'effettiva ripartenza dell'IMSA per la stagione 2020.

Il Presidente della serie americana, John Doonan, è stato ospite di James Allen per il ciclo di interviste di Motorsport.com #ThinkingForward, parlando non solo della riapertura dei battenti post-pandemia di Coronavirus, ma anche del futuro più prossimo dell'endurance.

"Sono molto contento che il motorsport sia ripartito negli Stati Uniti con la NASCAR, indipendentemente dalle novità dovute alle restrizioni il pubblico ha risposto molto positivamente alla cosa, il che è di buon auspicio per il 4 luglio quando toccherà a noi. La F1 in Austria farà lo stesso, quando i team arriveranno a Daytona ogni persona avrà una app sul telefono che gli consentirà di mostrare la temperatura a chi effettuerà i controlli in loco e dire se è idoneo o meno", dice Doonan alla nostra testata, con la testa già rivolta al weekend di Daytona che poi verrà seguito da quello di Sebring, ancora però a porte chiuse.

"Per quanto riguarda i fan, io spero che per agosto, quando andremo a Road America, ci siano già le possibilità di averli in tribuna, ma stiamo già cercando di capire se anche per il 4 luglio ci sono i presupposti. Ovviamente le restrizioni dovranno essere rigorosamente osservate, in tribuna è probabile che i posti vengano distanziati e divisi per i vari settori, ma ci stiamo lavorando. L'obiettivo, come in pista, è la sicurezza sempre al primo posto".

Il vero passo avanti, oltre alla ripartenza, è lo storico regolamento LMDh che finalmente è stato annunciato ad unire FIA WEC ed IMSA, consentendo a tutti i team e marchi dell'endurance di poter gareggiare sia in Europa che oltreoceano.

"L'annuncio dei regolamenti LMDh è stato fantastico, abbiamo una nuova categoria primaria nel mondo delle corse endurance coi prototipi e in questo modo i costruttori potranno correre sia su scala nazionale, come l'IMSA, che mondiale. Anche se con un po' di ritardo nella comunicazione, abbiamo avuto un ritorno importante e numeroso da parte delle Case, pensando a lungo termine. Il format pensato con ACO consente a tutti di lottare per la vittoria assoluta con vetture personalizzate a seconda del marchio e a costi ragionevolmente ridotti, che è la cosa fondamentale per il nostro sport".

Il lavoro con ACO e FIA è stato lungo e intenso, ma alla fine ha consentito di avere una base sulla quale fare affidamento per il futuro delle corse con i prototipi.

"Assieme abbiamo fondato tutto su un regolamento tecnico comune, la nostra responsabilità è incrementare l'interesse a livello mondiale attirando fan da tutte le parti del motorsport, quindi da Los Angeles a Daytona, arrivando a Sebring e Spa-Francorchamps. Abbiamo l'occasione di presentare il nostro sport alle nuove generazioni con una forma nuova, marketing e comunicazione, secondo me, stanno mostrando quanto questa cosa possa avere una crescita a lungo termine. Il nostro sport guarda al futuro e ora è possibile farlo su larga scala".

"Posso dire che avremo il meglio del meglio radunato assieme. Parlo di piloti, team e Case, come avviene già ora con Daytona e Le Mans, che in futuro avranno un livello ancor più alto. Diversi team dell'IMSA hanno ricevuto l'invito a Le Mans quest'anno e quindi c'è già tutto perché questa cosa possa funzionare bene. L'importante era mantenere i costi al giusto livello, ma il fatto di avere un regolamento comune ci consente di avere costruttori che con un'unica vettura competano in Nord America e nel World Endurance Championship. Questo è il fulcro".

Infine Doonan analizza un aspetto molto importante, sempre in ottica futura, ossia l'onnipresente discorso dell'elettrico che ormai si sta espandendo a macchia d'olio in tutti i campionati. Il manager statunitense dà una chiave di lettura molto interessante che farà sicuramente sorridere chi è ancora legatissimo ai "vecchi" motori a carburante.

"L'approccio deve arrivare per gradi, i motori termici hanno ancora una rilevanza importante e credo che servano ulteriori ricerche di innovazione. Il regolamento LMDh è il perfetto esempio, abbiamo dato alle Case la possibilità di scegliere il loro motore a combustione interna, unirlo all'ibrido a costi giusti e fare un ulteriore salto. Poi si penserà all'elettrificazione. Molti marchi mi hanno detto di avere due programmi separati fra combustione ed elettrico, quindi serviva qualcosa a metà strada e le regole LMDh sono perfette per soddisfarli e vedere una evoluzione".

"Faremo in modo che il mercato sia ben rappresentato in pista, sia che si tratti dei nostri campionati monomarca, di quello delle vetture di serie come l'IMSA Michelin Pilot Challenge, o dell'IMSA WeatherTech; forniamo una piattaforma ai costruttori per mostrare i loro prodotti e i motori attuali o del futuro. Questo è ciò di cui abbiamo bisogno per essere uno sport come il nostro".

Scorrimento
Lista

#912 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Earl Bamber, Laurens Vanthoor, Mathieu Jaminet

#912 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Earl Bamber, Laurens Vanthoor, Mathieu Jaminet
1/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

JDC-Miller Motorsports dettaglio anteriore

JDC-Miller Motorsports dettaglio anteriore
2/21

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

#5 Mustang Sampling Racing / JDC-Miller MotorSports Cadillac DPi, DPi: Sebastien Bourdais, Loic Duval, Joao Barbosa, pit stop

#5 Mustang Sampling Racing / JDC-Miller MotorSports Cadillac DPi, DPi: Sebastien Bourdais, Loic Duval, Joao Barbosa, pit stop
3/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#55 Mazda Team Joest Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Harry Tincknell, Ryan Hunter-Reay

#55 Mazda Team Joest Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Harry Tincknell, Ryan Hunter-Reay
4/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#57 Heinricher Racing w/MSR Curb-Agajanian Acura NSX GT3, GTD: Alvaro Parente, Misha Goikhberg, Trent Hindman, AJ Allmendinger, pit stop

#57 Heinricher Racing w/MSR Curb-Agajanian Acura NSX GT3, GTD: Alvaro Parente, Misha Goikhberg, Trent Hindman, AJ Allmendinger, pit stop
5/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#7 Acura Team Penske Acura DPi, DPi: Helio Castroneves, Ricky Taylor, Alexander Rossi, pit stop

#7 Acura Team Penske Acura DPi, DPi: Helio Castroneves, Ricky Taylor, Alexander Rossi, pit stop
6/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#7 Acura Team Penske Acura DPi: Ricky Taylor, Helio Castroneves, Alexander Rossi

#7 Acura Team Penske Acura DPi: Ricky Taylor, Helio Castroneves, Alexander Rossi
7/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#81 DragonSpeed USA ORECA 07 Gibson: Ben Hanley, Henrik Hedman, Colin Braun, Harrison Newey al traguardo

#81 DragonSpeed USA ORECA 07 Gibson: Ben Hanley, Henrik Hedman, Colin Braun, Harrison Newey al traguardo
8/21

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

#85 JDC-Miller Motorsports Cadillac DPi, DPi: Matheus Leist, Chris Miller, Tristan Vautier, Juan Piedrahita, pit stop

#85 JDC-Miller Motorsports Cadillac DPi, DPi: Matheus Leist, Chris Miller, Tristan Vautier, Juan Piedrahita, pit stop
9/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#911 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Nick Tandy, Frederic Makowiecki, Matt Campbell

#911 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Nick Tandy, Frederic Makowiecki, Matt Campbell
10/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#14 AIM Vasser Sullivan Lexus RC F GT3: Jack Hawksworth, Parker Chase, Michael De Quesada, Kyle Busch

#14 AIM Vasser Sullivan Lexus RC F GT3: Jack Hawksworth, Parker Chase, Michael De Quesada, Kyle Busch
11/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE: Jesse Krohn, John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE: Jesse Krohn, John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert
12/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE: Jesse Krohn, John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert al traguardo

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE: Jesse Krohn, John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert al traguardo
13/21

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

#3 Corvette Racing Corvette C8.R, GTLM: Antonio Garcia, Jordan Taylor, Nicky Catsburg

#3 Corvette Racing Corvette C8.R, GTLM: Antonio Garcia, Jordan Taylor, Nicky Catsburg
14/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#48 Paul Miller Racing Lamborghini Huracan GT3: Bryan Sellers, Corey Lewis, Madison Snow, Andrea Caldarelli al traguardo

#48 Paul Miller Racing Lamborghini Huracan GT3: Bryan Sellers, Corey Lewis, Madison Snow, Andrea Caldarelli al traguardo
15/21

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

John Doonan, head of Mazda Motorsports USA

John Doonan, head of Mazda Motorsports USA
16/21

Foto di: Mazda

#55 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: John Doonan - Mazda.

#55 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: John Doonan - Mazda.
17/21

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan
18/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan
19/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan
20/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan

Il vincitore del Motul Pole Award #77 Mazda Team Joest Mazda DPi, DPi: Oliver Jarvis con il direttore del Motorsport Mazda John Doonan
21/21

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Virtual 24h Le Mans: Ferrari con Leclerc, Giovinazzi e i GTE Pro

Articolo precedente

Virtual 24h Le Mans: Ferrari con Leclerc, Giovinazzi e i GTE Pro

Articolo successivo

WEC: la Glickenhaus scende in campo con due Hypercar 007 nel 2021

WEC: la Glickenhaus scende in campo con due Hypercar 007 nel 2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Le Mans , WEC , IMSA
Autore Francesco Corghi