Daytona | Libere 2-3: spuntano Cadillac e Porsche

Richard Westbrook ha piazzato la V-LMDh davanti a tutti nelle FP2 della 24h di Daytona, imitato da Matt Campbell con la Porsche #7 nella terza sessione, mettendosi alle spalle per 0"172 la Acura di Filipe Albuquerque.

Daytona | Libere 2-3: spuntano Cadillac e Porsche

GTP

Nelle Prove Libere 1, ad un'ora dalla fine, Westbrook e Scott Dixon occupavano le prime due posizioni con le Cadillac V-LMDh #02 e #01 di Chip Ganassi Racing, davanti a quella di Jack Aitken (Action Express Racing).

Buone notizie per le Porsche 963, entrambe in azione in questa sessione, con Matthieu Jaminet sulla vettura #6 che ha preceduto di un soffio la #7 di Matt Campbell, che a sua volta è stato più veloce di un millesimo rispetto a Brendon Hartley sulla Acura ARX-06 di Wayne Taylor Racing.

Nick Yelloly ha fatto un miglior giro a 0"726 dalla vetta con la BMW M Hybrid V8 #25, che aveva perso gran parte della sessione mattutina. L'ultima bandiera rossa (causata da una vettura LMP3) ha intaccato la parte della sessione riservata alle GTP/GTD Pro, ma otto vetture sono scese in pista. L'unica a non farlo è stata la BMW #24, che ha percorso solo nove giri a causa di un estintore difettoso.

Renger Van Der Zande ha ridotto il suo deficit rispetto al tempo del compagno di squadra Westbrook a 0"242, il che sembrava sufficiente per guadagnare il secondo posto, ma poi Louis Deletraz con la Acura di Wayne Taylor lo ha preceduto per 4 centesimi.

Pipo Derani con la Cadillac AXR ha migliorato il suo crono portandosi a 0"28 da Westbrook.

Nasr e Jaminet hanno messo le Porsche a meno di 0"4 secondi, seguite da Colin Braun e Yelloly.

Nelle Libere 2 la Porsche 963 #7 di Campbell, gestita da Penske, è stata la prima a scendere sotto la barriera dell'1'36", girando in 1'35"802" dopo 20 minuti e superando le Cadillac di Alex Lynn e Alexander Sims di oltre 0"4. Ricky Taylor ha migliorato con la Acura, ma fermandosi a 0"33.

Il suo compagno Albuquerque ha ridotto il deficit a 0"172 a mezz'ora dalla fine, staccando le Cadillac di Ganassi e Action Express Racing.

Colton Herta ha portato la BMW M Hybrid V8 #25 a soli 0"66 dalla prima posizione, davanti alla seconda Porsche, all'Acura di Meyer Shank Racing e alla BMW #24 che ha percorso il minor numero di giri.

#7 Team Penske Porsche 963: Matt Campbell, Felipe Nasr, Michael Christensen

#7 Team Penske Porsche 963: Matt Campbell, Felipe Nasr, Michael Christensen

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP2

Nelle Libere 1, Nicolas Lapierre ha girato in 1'38"615, con un vantaggio di 0"7 su Matthieu Vaxiviere di AF Corse, più veloce di circa un decimo rispetto a Scott Huffaker e Job van Uitert di TDS Racing.

Van Uitert ha ridotto il distacco da Lapierre a 0"42 secondi prima di cedere la vettura #35 a Josh Pierson, mentre Christian Rasmussen ha portato la vettura Era Motorsport in terza piazza davanti a Huffaker.

Francesco Pizzi ha colpito la vettura Proton Competition poco prima dei 45 minuti della sessione LMP2, facendo scattare la seconda bandiera rossa, 10 minuti dopo la prima.

Nelle FP2, Oliver Jarvis (Era Motorsport) e Rinus VeeKay sulla vettura #11 della TDS Racing sono stati i primi a fare da apripista, ma dopo la prima bandiera rossa, Ben Hanley (Crowdstrike Racing by APR) è balzato in testa con un tempo di 1'38"801.

Successivamente, Alex Quinn con la PR1/Mathiasen ha ridotto il limite, imitato da Hanley poi, mentre la vettura di Tower Motorsport con sopra Scott McLaughlin è rimasta indietro di 0"3.

Matthieu Vaxiviere sulla vettura #88 di AF Corse è salito al quarto posto nelle fasi finali della sessione e poi ha preceduto McLaughlin di soli quattro centesimi, ma ha trovato un giro abbastanza buono per prendersi il primo posto di 0"139.

Mikkel Jensen ha migliorato il tempo della vettura TDS #11 nelle fasi finali, ma è rimasto sesto.

#18 Era Motorsport ORECA LMP2 07: Ryan Dalziel, Christian Rasmussen, Oliver Jarvis, Dwight Merriman

#18 Era Motorsport ORECA LMP2 07: Ryan Dalziel, Christian Rasmussen, Oliver Jarvis, Dwight Merriman

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP3

La Ligier di Riley Motorsports guidata da Glenn Van Berlo è stata la prima a fare da apripista nelle FP1, 0"15 più veloce della migliore prestazione di Lars Kern con la Duqueine #13 dell'AWA e di Antonio Serravalle (FastMD Racing).

Till Bechtolsheimer ha causato la prima bandiera rossa quando la sua Duqueine griffata JDC Miller si è fermata alla curva 2, e Orey Fidani ne ha causata un'altra quando è salito sulla AWA.

Purtroppo, alla ripresa dell'azione, Nolan Siegel ha fermato la Ligier di Sean Creech Motorsport alla curva 6 per una perdita di liquidi, facendo scattare nuovamente lo stop. Tuttavia, Nico Varrone è riuscito a portare l'altra vettura di AWA in seconda posizione, a tre decimi da Fraga e a pochi centesimi dal compagno di squadra Bell.

Nelle Libere 2, Rasmus Lindh sulla Ligier dell'Andretti Autosport ha girato in 1'42"559 a meno di 25 minuti dalla fine, precedendo di 0"325 Wayne Boyd sulla Duqueine-AWA #17, mentre l'altra AWA di Matthew Bell è terza.

#36 Andretti Autosport Ligier JS P320: Jarett Andretti, Gabby Chaves, Dakota Dickerson, Rasmus Lindh

#36 Andretti Autosport Ligier JS P320: Jarett Andretti, Gabby Chaves, Dakota Dickerson, Rasmus Lindh

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTD Pro e GTD

Le FP1 hanno visto la Lamborghini Huracan #42 della NTE Sport con sopra Kerong Li subire un danno all'anteriore destra in un impatto con le gomme alla curva 7 dopo un'ora, obbligandolo a rientrare ai box a fatica. È stata una situazione particolarmente spiacevole perché Jaden Conwright aveva portato la vettura al terzo posto nella GTD e al quarto assoluto tra le GT3.

Mikael Grenier è stato il più veloce tra i piloti GTD dopo un'ora, guidando la Mercedes AMG GT3 del Team Korthoff Motorsports in 1'46"282, precedendo di 0"136 Ryan Briscoe con l'Acura NSX di Racers Edge/WTR/AA. Daniel Juncadella era a 0"2 con la Mercedes-WeatherTech Racing, in testa alla categoria GTD Pro.

Quando è scattato il semaforo verde dopo l'incidente di Li, Kenny Habul ha portato la Mercedes-SunEnergy1 Racing al terzo posto tra i piloti GTD, mentre poco prima che terminasse la parte GTD della sessione, Jules Gounon ha migliorato il tempo della Mercedes-WeatherTech Racing GTD Pro salendo a 0"12 dal miglior crono di Grenier sulla vettura GTD di Korthoff.

Il secondo e il quinto tempo in GTD Pro sono stati ottenuti solo dal nono al dodicesimo posto assoluto tra le GT3, con Alex Riberas secondo con l'Aston Martin Vantage di Heart of Racing, davanti a Jordan Taylor con la Corvette C8.R.

#32 Team Korthoff Motorsports Mercedes AMG GT3: Mike Skeen, Mikael Grenier, Kenton Koch, Maximilian Goetz

#32 Team Korthoff Motorsports Mercedes AMG GT3: Mike Skeen, Mikael Grenier, Kenton Koch, Maximilian Goetz

Photo by: Art Fleischmann

In FP2, la nuova Ferrari 296 di Cetilar Racing ha causato la prima bandiera rossa quando si è spenta alla curva 5 nelle mani di Roberto Lacorte.

A metà sessione, Juncadella era in testa alla classifica GTD Pro, fino a quando Frederik Schandorff con la McLaren 720S dell'Inception Racing non ha abbassato il suo tempo di soli 0"003.

Parker Thompson con la Lexus RC F GTD è rimasto nello stesso decimo, precedendo Luca Stolz (Mercedes-SunEnergy1) e Danny Formal con la Acura NSX della Racers Edge.

Grenier è passato in testa alla GTD per 0"002, poi battuto da Gounon prima che si riportasse davanti. Maro Engel con la AMG-WeatherTech ha ridotto il distacco a meno di 0"2 secondi, per poi concludere in testa alla classifica con un tempo di 1'46"011, avendo anche effettuato il maggior numero di giri (48) tra tutte le GT3.

Mario Farnbacher ha regalato un'ottima prestazione a Gradient Racing con la sua Acura NSX chiudendo a meno di 0"4 secondi da Grenier, distanziando le due Lexus di Vasser Sullivan nelle mani di Parker Thompson e Jack Hawksworth.

Come al solito, Spencer Pumpelly ha fatto un ottimo lavoro per portare l'Aston Martin Vantage della Magnus Racing al quinto posto in GTD e al settimo generale.

IMSA - 24h di Daytona: Prove Libere 2

IMSA - 24h di Daytona: Prove Libere 3

condividi
commenti

Daytona | Libere 1: Acura ricomincia a martellare, ok AMG e Aston

F1 | Aitken lascia la Williams: "Il mio futuro è l'endurance"