Albuquerque: "Non esiste una 24h facile, lo show USA è diverso"

Motorsport.com ha intervistato in esclusiva il pilota portoghese, reduce dal successo a Daytona e pronto per un 2021 che lo vedrà dividersi tra Europa e Stati Uniti, dove i modi di correre sono completamente differenti.

Albuquerque: "Non esiste una 24h facile, lo show USA è diverso"

L’edizione 2021 della 24h di Daytona è stata molto speciale per Filipe Albuquerque.

Il pilota portoghese di Coimbra si è aggiudicato la classica americana per la terza volta nella sua carriera, stavolta con la nuova Acura ARX-05.

Il suo curriculum parla da solo, dalla Formula Renault alla GP2 Series, dal Campionato Italiano GT al Superstars, passando per DTM, LMS e tantissimo altro ancora.

Motorsport.com ha lasciato che calasse un po' la tensione per raggiungerlo 'con calma' e farsi raccontare un po’ di cose in questa esclusiva intervista.

Filipe, hai vinto la tua terza Daytona: rimane sempre la stessa?
"L’emozione di vincere Daytona o altre gare è molto importante, potrebbe essere l’ultima vittoria. Quando mi preparo ad una gara lo faccio per essere sempre al massimo della forma e poi vediamo alla fine dove siamo. Aggiudicarsi questa 24h è sempre speciale, è una delle gare più importanti dell’anno e delle serie endurance. Piloti di F1, IndyCar, Nascar e DTM sono lì per vincere. È stata molto importante perché era la prima volta con la Wayne Taylor Racing e la Acura".

Si è rivelata una gara molto tirata, la vostra macchina non era velocissima, ma la strategia ha pagato...
"La nostra macchina non era la più veloce e lo abbiamo visto fin dalle qualifiche, poi in gara. Nel finale è migliorata un po’, credo che con più gomma il telaio si comportasse bene e riuscivamo ad uscire meglio dalle curve lente; con questo, la velocità di punta ci aiutava molto. Nella parte lenta era difficile tenere il passo delle Cadillac, quando partivano davanti scappavano via. La strategia era quella di stare davanti e “bloccare” un po’ gli altri, ma tutto questo è avvenuto da metà gara ed è stato difficile farlo. Abbiamo avuto anche il vantaggio del rifornimento, rispetto alle Cadillac riuscivamo a stare due giri in più in pista".

Molti considerano la 24h di Daytona più “facile” rispetto a quelle di Le Mans e Nürburgring: quale è la tua opinione?
"Non sono d'accordo con questa cosa, nonostante non abbia mai corso al Nürburgring, ma sono stato molte volte a Le Mans e so di cosa parlo. Non si possono comparare le gare, sono tutte difficili perché il livello è molto alto. Ad esempio, a Le Mans devi fare una gara perfetta e se riesci a finirla senza problemi come forature o altre sfortune, è un successo, anche se non sei il più veloce. Se entra la Safety Car e aiuta gli altri, lì è un problema. A Daytona quest’anno abbiamo fatto la gara perfetta, ci siamo fermati solo per fare benzina e cambiare gli pneumatici. La Cadillac #01 di Chip Ganassi Racing ha bucato due volte perdendo molto tempo. Però con la Safety Car hanno avuto la chance di rientrare. Devo dire che gli americani sanno come fare show e le ultime due ore sono state spettacolari, c'era moltissima emozione rispetto a delle 24h piatte e senza sorprese dove ad esempio sai chi vincerà in anticipo, salvo imprevisti. A Daytona invece è sempre uno spettacolo. Quest’anno per esempio la Mazda ha perso tre giri, però alla fine è riuscita a rientrare in gara. E' il classico evento al quale ti preparari per un anno. Vedere tre costruttori che battagliano per la vittoria è veramente bello e credo che non si possa dire che una è più difficile di un’altra".

Che differenze trovi tra le corse americane e quelle europee?
"La grande differenza tra America e Europa sono le piste, quelle americane sono più 'Old School' e strette. Cambia il sistema di affrontare le curve, non ci sono le vie di fuga che ti permettono di rientrare se vai largo, lì esci in ghiaia e non ne vieni più fuori. Un modo diverso di approcciare le curve e la gara".

In America si usano molto le fasi di Full Course Yellow e in caso di Safety Car ci si può sdoppiare; pensi sia una regola da adottare anche in Europa?
"Credo che non ci sia bisogno di usarlo anche in Europa, a Le Mans ad esempio la gara inizia dal primo secondo. Chi farà una gara perfetta riuscirà ad avvantaggiarsi man mano che scorre il tempo. In America si usa molto la Safety Car che raggruppa i piloti, dando una seconda occasione a tutti. Il pubblico europeo è abituato ad un altro punto di vista".

Tornerai a correre in Italia?
"Mi piacerebbe molto, mi piace tantissimo la gente, la cultura italiana. Ho abitato in Italia e ho tanti amici li. Mi piacciono le piste come Imola, Monza, Vallelunga e Mugello, però adesso sono a fare l’Endurance e vorrei rimane qui. Vengo volentieri a Monza e mi piace rivedere Emilio Radaelli. Tornare ogni anno a fare almeno una gara in Italia mi rende felice".

Come proseguirà la tua stagione?
"Adesso inizio a preparare il WEC, faremo un test con la squadra, poi vado a Sebring per l’IMSA e quidi si comincia a girare di qua e di là; mi piace! Spero che la pandemia rallenti, almeno anche qui in Portogallo ricominciamo a “respirare”. Sono felice dei protocolli che sono stati adottati per le gare, possiamo andare avanti senza problemi. Dopo Sebring sarò a Portimão, la gara di casa è sempre qualcosa di speciale, poi ci sono Spa, Le Mans e Monza se non sbaglio".

Non ci resta che ringraziare Filipe per il suo tempo, con la speranza di rivederlo presto in Italia.

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
1/20

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
2/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
3/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
4/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
5/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#31 Action Express Racing Cadillac DPi: Chase Elliott, Mike Conway, Felipe Nasr, Pipo Derani, #60: Meyer Shank Racing w/Curb-Agajanian Acura DPi, DPi: Olivier Pla, A.J. Allmendinger, Dane Cameron, Juan Pablo Montoyaw5#10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves, #48: Ally Cadillac Racing Cadillac DPi, DPi: Jimmie Johnson, Kamui Kobayashi, Simon Pagenaud, Mike Rockenfeller

#31 Action Express Racing Cadillac DPi: Chase Elliott, Mike Conway, Felipe Nasr, Pipo Derani, #60: Meyer Shank Racing w/Curb-Agajanian Acura DPi, DPi: Olivier Pla, A.J. Allmendinger, Dane Cameron, Juan Pablo Montoyaw5#10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves, #48: Ally Cadillac Racing Cadillac DPi, DPi: Jimmie Johnson, Kamui Kobayashi, Simon Pagenaud, Mike Rockenfeller
6/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
7/20

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
8/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Filipe Albuquerque festeggia la vittoria

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Filipe Albuquerque festeggia la vittoria
9/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Pit Stop, Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Pit Stop, Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
10/20

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

#60 Meyer Shank Racing w/Curb-Agajanian Acura DPi, DPi: Dane Cameron, Olivier Pla, Juan Pablo Montoya, A.J. Allmendinger, #10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#60 Meyer Shank Racing w/Curb-Agajanian Acura DPi, DPi: Dane Cameron, Olivier Pla, Juan Pablo Montoya, A.J. Allmendinger, #10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
11/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#48 Action Express Racing Cadillac DPi: Mike Rockenfeller, #10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Filipe Albuquerque

#48 Action Express Racing Cadillac DPi: Mike Rockenfeller, #10: Konica Minolta Acura ARX-05 Acura DPi, DPi: Filipe Albuquerque
12/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Pit Stop, Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Pit Stop, Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
13/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Helio Castroneves, Alexander Rossi, Filipe Albuquerque, Ricky Taylor
14/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
15/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
16/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
17/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
18/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
19/20

Foto di: Richard Dole / Motorsport Images

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-05 Acura DPi: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Alexander Rossi, Helio Castroneves
20/20

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

condividi
commenti
Mazda chiude coi prototipi a fine 2021, niente LMDh

Articolo precedente

Mazda chiude coi prototipi a fine 2021, niente LMDh

Articolo successivo

Corvette tra GTE e GT3: "Cambiare specifiche non è facile"

Corvette tra GTE e GT3: "Cambiare specifiche non è facile"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Le Mans , WEC , IMSA
Piloti Filipe Albuquerque
Team Wayne Taylor Racing
Autore Stefano Reali