WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
29 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
57 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
WRC
18 set
Prossimo evento tra
36 giorni
WEC
13 ago
Prove Libere 1 in
22 Ore
:
09 Minuti
:
09 Secondi
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP Moto3
07 ago
Evento concluso
G
Spielberg
14 ago
Moto2
07 ago
Evento concluso
G
Spielberg
14 ago
IndyCar
07 ago
Postponed
12 ago
Prove Libere 1 in corso . . .
Formula E
12 ago
Gara in
00 Ore
:
47 Minuti
:
09 Secondi
FIA F3
G
Barcellona
14 ago
Prove Libere in
1 giorno
FIA F2
G
Barcellona
14 ago
Prove Libere in
1 giorno
Formula 1 ELMS
G
Barcellona
27 ago
Prossimo evento tra
14 giorni
DTM
14 ago
Prove Libere 1 in
1 giorno
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
29 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
22 giorni

24h di Daytona, 15a Ora: Van Der Zande va a prendere il largo

condividi
commenti
24h di Daytona, 15a Ora: Van Der Zande va a prendere il largo
Di:
26 gen 2020, 10:05

La DPi V-R #10 guadagna sulle rivali #31 e #5, con le Mazda che cominciano ad accusare ritardi pesanti. Sorpasso Porsche su BMW in GTLM, Lamborghini ancora al vertice in GTD.

Lo diciamo molto piano, ma c'è un fuggitivo dopo la 15a ora della 24h di Daytona. La Cadillac #10 della Wayne Taylor Racing affidata a Briscoe-Dixon-Kobayashi-Van Der Zande ha preso il largo nei confronti delle due "sorelline" #31 e #5 di Nasr-Conway-Derani-Albuquerque (Whelen Engineering Racing) e Barbosa-Bourdais-Duval (Mustang-JDC).

Il vantaggio di mezzo minuto non deve però illudere, dato che fino a questo momento ne sono successe di tutti i colori in Florida, per cui un avvicendamento al vertice può tranquillamente ancora avvenire.

In tutto ciò, chi sembra invece accusare i primi ritardi più importanti sono le Mazda del Team Joest perché la #77 di Jarvis-Nunez-Pla è scesa ad oltre 1' dalla vetta, mentre quella #55 di Bomarito-Tincknell-Hunter Reay ha una tornata da recuperare.

Più staccati da questi ultimi ci sono Montoya-Cameron-Pagenaud sulla Acura del Team Penske #6, con dietro ampiamente la seconda Cadillac #85 della JDC affidata a Piedrahita-Leist-Miller-Vautier.

Gli unici a non avere problemi appaiono i ragazzi della PR1 Mathiansen Motorsports, ancora saldamente in vetta alla LMP2 con la Oreca #52 ottimamente condotta da Boulle-Aubry-Keating-Trummer, i quali hanno portato a 40" il margine sulla 07 della DragonSpeed (Hanley-Hedman-Braun-Newey), con la Era Motorsport (Minassian-Merryman-Tilley-Lewis) che resta sul podio di categoria con diversi giri di ritardo.

Nel frattempo alle loro spalle c'è sempre la Acura #7 del Team Penske di Castroneves-Rossi-Taylor, ancora intenti a cercare una rimonta pressoché impossibile.

Sullo scoccare dell'ora, la BMW M8 #24 di Krohn-Edwards-Mostert-Farfus è invece stata sfilata sul "Banking" dalla Porsche 911 RSR-19 #912 con sopra Mathieu Jaminet, che ha riportato l'auto di Weissach in prima posizione in GTLM. L'altra Porsche (Tandy-Mackowiecki-Campbell) resta terza, ma più distante dalla M8 ed è incalzata dalla Corvette C8.R #3 di Garcia-Taylor-Catsburg). Sempre in Top5 la Ferrari 488 di Pier Guidi-Calado-Serra-Rigon (Risi Competizione) e la BMW M8 #25 di Spengler-De Philippi-Herta-Eng.

In GTD torna al comando la Lamborghini Huracan #48 di Caldarelli-Sellers-Snow-Lewis (Paul Miller Racing), che guadagnano parecchio sulla Porsche #16 che la Wright Motorsport ha affidato ad Hardwick-Long-Imperato-Bachelor.

Intanto Dries Vanthoor ha superato Spencer Pumpelly nella bagarre per il terzo posto di categoria, ora nelle mani della Audi R8 #88 del Team WRT Speedstar.

24h di Daytona, 13a Ora: tripletta Cadillac, BMW da applausi

Articolo precedente

24h di Daytona, 13a Ora: tripletta Cadillac, BMW da applausi

Articolo successivo

24h di Daytona, 18a Ora: martello "VDZ", Porsche davanti in GTLM

24h di Daytona, 18a Ora: martello "VDZ", Porsche davanti in GTLM
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IMSA
Evento 24h di Daytona
Sotto-evento Gara
Location Daytona International Speedway
Autore Francesco Corghi