24 Ore di Daytona, 16° ora: Barbosa continua in testa. Disfatta Penske

Momento negativo per le Acura del team Penske. Castroneves è tornato ai box con la vettura danneggiata ed ha perso 14 giri dal leader Barbosa. Bruno Senna sale in terza piazza. In GTLM Ford GT in totale controllo. In GTD primo Caldarelli.

24 Ore di Daytona, 16° ora: Barbosa continua in testa. Disfatta Penske
#5 Action Express Racing Cadillac DPi: Joao Barbosa, Filipe Albuquerque, Christian Fittipaldi
#66 Ford Performance Chip Ganassi Racing Ford GT: Joey Hand, Dirk Müller, Sebastien Bourdais
#5 Action Express Racing Cadillac DPi: Joao Barbosa, Filipe Albuquerque, Christian Fittipaldi, #29 M
#66 Ford Performance Chip Ganassi Racing Ford GT: Joey Hand, Dirk Müller, Sebastien Bourdais
#66 Ford Performance Chip Ganassi Racing Ford GT: Joey Hand, Dirk Müller, Sebastien Bourdais
#3 Corvette Racing Chevrolet Corvette C7.R: Antonio Garcia, Jan Magnussen, Mike Rockenfeller
#7 Acura Team Penske Acura DPi: Helio Castroneves, Graham Rahal, Ricky Taylor
#66 Chip Ganassi Racing Ford GT, GTLM: Dirk Müller, Joey Hand, Sébastien Bourdais
#5 Action Express Racing Cadillac DPi, P: Joao Barbosa, Christian Fittipaldi, Filipe Albuquerque

Si è avuta una terza caution nel corso della gara quando Jorg Bergmeister, nel corso della quindicesima ora di gara, è andato a colpire le barriere al volante della Porsche 911 GT3 R #73 del Park Place Motorsports. Il pilota, comunque, è riuscito a tornare autonomamente ai box.

Questo periodo di neutralizzazione ha consentito alla Penske #7 di Castroneves di ridurre il distacco dalla Cadillac di Joao Barbosa a meno di dieci secondi, ma venti minuti prima dello scoccare della sedicesima ora, il brasiliano è tornato ai box con la carrozzeria danneggiata a seguito di un contatto. Le riparazioni hanno così pregiudicato ogni possibilità di successo per il team Penske, dato che la #7 è adesso in ritardo di 14 giri dalla vetta.

Nel periodo di caution la #37 del Jackie Chan DC Racing è rientrata ai box con danni alla carrozzeria e questo ha consentito alla seconda vettura dello United Autosports, la #32, di salire in terza posizione con al volante Bruno Senna. Il brasiliano è attardato di 4 giri da Barbosa, ma può vantare un margine di 2 giri su Loic Duval al volante della #54 del CORE autosport.

Quinta posizione per il protagonista delle prime fasi di gara, Renger van der Zande, ma alle sue spalle è forte la pressione di Antonio Felix da Costa.

GT Le Mans: Ford in totale controllo

Richard Westbrook era riuscito a prendere la prima posizione di classe, ma nulla ha potuto contro la furia di Bourdais.

Antonio Garcia e Tommy Milner hanno consolidato rispettivamente la terza e quarta posizione al volante delle Corvette con un giro di ritardo dalle Ford GT, mentre Bruni è quinto alla guida della Porsche 911 RSR #912.

In GT Daytona Andrea Caldarelli è al comando alla guida della Lamborghini Huracan del Paul Miller Racing, ma alle sue spalle Alvaro Parente sta spingendo forte per ridurre il distacco di dieci secondi. Terza piazza momentanea per Jeroen Bleekemolen, mentre  Frank Montecalvo è quarto al volante della Ferrari 488 della Scuderia Corsa.

condividi
commenti
24 Ore di Daytona, 14° ora: Conway si porta in testa. Penske perde una vettura

Articolo precedente

24 Ore di Daytona, 14° ora: Conway si porta in testa. Penske perde una vettura

Articolo successivo

24 Ore di Daytona, 18° ora: prosegue il dominio Cadillac con Fittipaldi

24 Ore di Daytona, 18° ora: prosegue il dominio Cadillac con Fittipaldi
Carica i commenti