Gidley già operato, Malucelli in osservazione!

I piloti sono all'Halifax Healt: per Memo interventi a gambe e braccia dopo il botto alla 24 Ore di Daytona

La 24 Ore di Daytona prosegue dopo una prima fase drammatica: Matteo Malucelli (Ferrari 458 GT) e Memo Gidley (Corvette DP) sono ricoverati in osservazione all'Halifax Healt di Daytona a seguito dello spaventoso incidente avvenuto al 93esimo giro, dopo circa tre ore nella gara di apertura della Sport Car Course. In testa alla 24 Ore c'è l'altra Corvette DP dell'Action Express Racing guidata da Joao Barbosa/Christian Fittipaldi/Sebastien Bourdais/Burt Frisselle che è al comando dopo oltre 12 ore di gara, ma tutta l'attenzione è rivolta all'Halifax Healt dove sono ricoverati Matteo Malucelli e Memo Gidley in seguito allo spaventoso incidente avvenuto ieri alle 16,58 locali. Matteo Malucelli, 29 anni, pilota forlivese alla sua prima partecipazione alla 24 Ore di Daytona, era in gara con la Ferrari 458 GT nella classe GTLM del team Risi quando è stato tamponato violentemente dalla Corvette DP di Memo Gidley: il pilota americano non è riuscito ad evitare l'impatto con la Rossa che stava procedendo a bassa velocità a causa di un problema meccanico e, coperto dalla visuale da un'altra macchina che lo precedeva e accecato dal sole basso del tramonto, si è schiantato con l'anteriore del Prototipo nel retrotreno della Ferrari. Lo schianto è stato devastante, come evidenziano le immagini che vi proponiamo: i due piloti sono stati printamente soccorsi. Matteo Malucelli, per fortuna, non ha riportato serie conseguenze fisiche per la botta, ma viene tenuto ricoverato in osservazione perché sebbene gli esami clinici non abbiano riscontrato alcuna frattura, e la tac avrebbe escluso qualsiasi danno neurologico, è ancora in forte stato confusionale visto che non ricorda l'incidente e, soprattutto, non riconosce le persone che gli sono vicine. Secondo i medici dovrebbe bastare un po' di riposo per normalizzare la situazione. Più complessa, invece, la situazione di Memo Gidley: il pilota è sempre stato cosciente, ma le sue condizioni sono più gravi: durante la notte è stato sottoposto a degli interventi chirurgici per ridurre le fratture alle braccia e alle gambe. Il team Risi che rappresenta la Ferrari nella serie americana ha aperto una inchiesta per capire quale sia stata la causa che ha determinato il rallentamento della vettura di Matteo Malucelli.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IMSA
Piloti Memo Gidley , Matteo Malucelli
Articolo di tipo Ultime notizie