A Daytona vince l'Alfa Romeo di KMW-TMR, Wickens va a podio!

Nel primo round stagionale dell'IMSA Michelin Pilot Challenge, fra le TCR si impone la Giulietta di Block/Lewis davanti alle Hyundai della BHA, con il canadese che centra il terzo gradino al rientro dopo il tremendo incidente che lo ha relegato su una sedia a rotelle.

A Daytona vince l'Alfa Romeo di KMW-TMR, Wickens va a podio!

Venerdì pieno di emozioni in quel di Daytona, dove è andato in scena il primo appuntamento dell'IMSA Michelin Pilot Challenge 2022, il campionato endurance statunitense dedicato alle vetture turismo.

Da contorno alla celebre 'Rolex 24', la gara ha visto trionfare in Classe TCR la Alfa Romeo Giulietta Veloce costruita dalla Romeo Ferraris per la KMW Motorsports with TMR Engineering.

A bordo dell'auto nata ad Opera c'erano Tim Lewis Jr. e Roy Block, che dopo una serie di cambi al vertice sono riusciti a salire in vetta e ad allungare nei 30' finali senza dare modo ai rivali di attaccarli, tagliando il traguardo al termine delle 4 ore di gara con un margine di una decina di secondi sugli inseguitori.

Per la Giulietta Veloce TCR di Romeo Ferraris è la terza affermazione in questo campionato con il duo Block/Lewis, che nel 2021 si era imposto a Road America e Road Atlanta, confermando una crescita anche da parte del team KMW-TMR con cui c'è una collaborazione da tre anni.

"Siamo davvero entusiasti per questo successo conquistato dalla Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR sul tracciato di Daytona, che può essere considerato un luogo speciale delle corse motoristiche - ha dichiarato Michela Cerruti, Team Principal della Romeo Ferraris - Assieme alle vittorie ottenute nel FIA WTCR, questo è probabilmente fra i momenti più alti del nostro progetto, con cui negli anni abbiamo sfidato grandi costruttori e che continua a dimostrare quanto sia riuscito".

"Insieme al team KMW-TMR lavoriamo splendidamente dal 2019, portando in pista un pacchetto sempre più competitivo: speriamo che i frutti del nostro impegno congiunto consentano a Block e Lewis di lottare fino alla fine per il titolo".

Robert Wickens, Hyundai Elantra N TCR

Robert Wickens, Hyundai Elantra N TCR

Photo by: Bryan Herta Autosport

Sul podio sono andate anche le Hyundai Elantra N del team Bryan Herta Autosport with Curb-Agajanian, ma se la piazza d'onore ottenuta da Michael Lewis/Taylor Hagler è un bel risultato per i Campioni in carica della categoria, la grande notizia è il terzo posto centrato dai loro compagni di squadra.

Al volante della macchina coreana #33 c'erano infatti Mark Wilkins e Robert Wickens, con quest'ultimo al rientro in azione nel mondo delle corse dopo il terribile incidente patito nel 2018 in IndyCar a Pocono che lo ha relegato su una sedia a rotelle.

Il canadese ha deciso quest'anno di affrontare una nuova e difficile sfida su un mezzo adattato alle sue esigenze, con i comandi al volante che poi vengono disattivati quando tocca al collega Wilkins sostituirlo nei turni di guida.

"Fisicamente sto bene, ma negli ultimi mesi mi sono allenato duramente per sfruttare questa occasione - ha detto Wickens, che ha corso per circa 90' prima di cedere il posto al collega - Avrei potuto fare altri stint, mi stavo divertendo ed ero carico!"

"1258 giorni dopo quello che è successo, eccomi qui, sul podio di Daytona! Ringrazio il team, Hyundai e tutti quelli che mi hanno sempre sostenuto in questa avventura. Ma non è finita qui, non mi fermerò... sono tornato!"

La Cerruti ha voluto fare i complimenti a Wickens: "Voglio applaudire Robert, che ad oltre tre anni dal suo incidente in IndyCar è tornato a gareggiare proprio in questo evento, mostrando determinazione e passione immutata per il motorsport. A Daytona è stato un nostro avversario, ma soprattutto un esempio per tutti".

IMSA MICHELIN PILOT CHALLENGE - Daytona: Gara

condividi
commenti
Wickens torna a correre! Salirà sulla Hyundai TCR di BHA nel 2022
Articolo precedente

Wickens torna a correre! Salirà sulla Hyundai TCR di BHA nel 2022

Articolo successivo

Robert Wickens torna a vincere dopo il botto in IndyCar del 2018

Robert Wickens torna a vincere dopo il botto in IndyCar del 2018