E' morto il giovane travolto alla Catania-Etna

Non ce l'ha fatta Francesco Zappalà dopo essere stato colpito dalla Clio di Rocco Russo

Domenica da dimenticare quella di ieri: oltre a Tomizawa in Moto 2 c'è stato un altro morto anche alla corsa in salita Catania-Etna, prova valida per il Trofeo Sud della Velocità in montagna. Non ce l’ha fatta uno dei due fratelli coinvolti ieri mattina in un grave incidente a Nicolosi: si tratta di Francesco Zappalà, 26 anni, che aveva riportato gravi ferite dopo essere stato travolto dalla Renault Clio di Rocco Russo. Il giovane è deceduto un quarto d'ora dopo la mezzanotte. Assieme al fratello stava assistendo alla cronoscalata appostato poco oltre il secondo chilometro del percorso, all'uscita di un tornante in una posizione che doveva essere vietata per il pubblico. La Renault Clio n. 176 è piombata su Francesco e sul fratello 21enne, Emanuele, di Gravina di Catania dopo il decimo tornante, schiantandosi contro un muretto di contenimento sul quale erano seduti i due spettatori. L'impatto è stato violentissimo, e poi si è rivelato fatale per uno dei due fratelli. Il maggiore era stato trasportato con l'elisoccorso all'ospedale Cannizzaro di Catania, ricoverato d'urgenza con un'arteria femorale recisa e numerosi traumi agli arti e all'addome. Il fratello, invece, è stato medicato all'ospedale Garibaldi di Catania per un trauma al bacino: per i medici se la dovrebbe cavare con 40 giorni di prognosi. Sono state avviate le indagini per accertare le eventuali responsabilità. Foto tratta da YouReporter.it

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati SALITE
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto italiane, motor show, serie speciali, sponsorizzazioni