Bormolini aiuta Faggioli nella caccia all'Europeo

Bormolini aiuta Faggioli nella caccia all'Europeo

Ha deciso di non partecipare alla gara di Buzet, lasciando la leadership al compagno di squadra

La decisione di Fausto Bormolini di rinunciare alla gara CEM di Buzet (Croazia), lasciando praticamente il Titolo di Campione Europeo della Montagna a Simone Faggioli, che aveva scelto di competere per il titolo Italiano, nella gara concomitante di Caltanisetta, sta tutta nella particolare interpretazione di Fausto, e da noi condivisa, delle gare in salita, ricche (e questa ne è una delle tante testimonianze) di valori quasi mistici per l'epoca in cui viviamo. L'uomo che riconosce il valore dell'avversario e ne decreta, con un gesto pari a quello di Peter Collins a Monza nel 1956 con Fangio, la vittoria di un campionato. Quando, oltre le regole ed i regolamenti, si riconosce il valore ed il merito dell'altro, allora cominciano a giocare i Campioni, ed i Campioni, si sa, non sono persone comuni, ma unici. Simone Faggioli: "Il gesto di Fausto mi ha veramente commosso, nel mondo di oggi è difficile in un momento di difficoltà trovare aiuto. Gli ho spiegato quanto io tenevo al Campionato Europeo e lui, rinunciando a gareggiare a Buzet mi ha dato la possibilità di rimanere in testa al Campionato. Per quanto riguarda la mia gara alla Coppa Nissena non mi restava che mettercela tutta per vincere, non potevo deludere chi ha dimostrato tanta stima ed affetto nei miei confronti".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati SALITE
Piloti Simone Faggioli
Articolo di tipo Ultime notizie