Rossi: "Non siamo ancora pronti per vincere. Le Mans? Nel 2024"

A Barcellona, Valentino affronta l'ultima gara dell'Endurance Cup 2022, stagione nella quale ha imparato tanto con soddisfazione e scoperto quali difficoltà comporta correre in una serie così dura, nella quale vorrebbe proseguire anche l'anno prossimo per poi fare un salto di categoria successivamente.

Rossi: "Non siamo ancora pronti per vincere. Le Mans? Nel 2024"

Siamo all'ultima gara del Fanatec GT World Challenge Europe ed è tempo di bilanci per Valentino Rossi.

Il 'Dottore' a Barcellona proverà a raggiungere il tanto agognato podio dell'Endurance Cup con l'Audi R8 LMS #46 preparata dal Team WRT e condivisa con Nico Muller e Frédéric Vervisch, ma è ben consapevole che non sarà una sfida semplice.

Il tracciato del Montmelò potrebbe caricarlo moralmente, dato che qui ha vinto tantissimo in MotoGP, che però è un mondo lontanissimo da quello in cui si è calato da questa stagione e nel quale punta a restare anche per le prossime.

Di gioie e dolori del 2022 e di previsioni future il pilota di Tavullia, fin dalle prime ore del mattino attesto da una lunga fila di tifosi assiepati dietro le transenne nel paddock fuori dai box WRT (tutti ampiamente soddisfatti con autografi e foto che molto gentilmente il Campionissimo di moto si è fermato a fare), ha parlato nella tavola rotonda organizzata all'interno della sala stampa catalana, alla quale ha partecipato anche Motorsport.com ponendo alcune domande.

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

Photo by: Camilss

Barcellona è una pista che rievoca tanti ricordi per te...
"Sì, è sicuramente uno dei tre tracciati che mi piacciono di più, con l'aggiunta che qui ho fatto alcune delle mie migliori gare in carriera, ottenendo ottimi risultati. La prima volta che ho corso qui era nel 1995 quando facevo il campionato europeo, poi sono arrivati altri successi. E poi Barcellona è fantastica, quindi sono contento di essere qui".

Hai vinto tantissime volte, pensi di poterlo fare anche in macchina?
"Credo sia difficile perché non siamo pronti per vincere, anche se bisogna ammettere che nelle gare endurance tutto può accadere e ci siamo dimostrati forti".

Qual è l'obiettivo del fine settimana?
"In due gare endurance siamo arrivati in Top5, ad Hockenheim il podio l'abbiamo sfiorato, quindi proveremo ad arrivare sicuramente tra i primi cinque e magari anche tra i primi tre. La gara è lunga e ci saranno tante cose da fare bene. Non sarà semplice, ma ci proveremo perché il potenziale è buono".

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

Photo by: Camilss

Siamo a fine stagione, come pensi sia andata?
"Il campionato mi è piaciuto moltissimo, il bilancio è positivo. Mi sono trovato molto bene con la macchina e con il team, abbiamo fatto la scelta giusta. Sicuramente è stato difficile, non tanto nell'essere veloci in macchina, quanto l'approccio perché è un campionato molto diverso dalla MotoGP. Ci sono tante cose da imparare nelle varie situazioni che si sviluppano in gara. Penso che in alcune siamo andati bene ottenendo dei buoni risultati, ma sicuramente cercheremo di migliorare ulteriormente".

Quali sono le cose migliori che hai imparato nell'arco della stagione?
"Venendo dalla MotoGP bisogna dire che è difficile trovare qualcosa di eccitante allo stesso modo, dato che in moto c'è tantissima adrenalina. Debbo ammettere che la cosa più bella è stato il riuscire ad essere veloce in macchina e vedere che potevo migliorare nell'arco della stagione".

Quali sono invece le peggiori situazioni che hai vissuto?
"La cosa più difficile è capire bene tutti i piccoli dettagli e i trucchetti che ti consentono di arrivare davanti in questo tipo di gare. In pista siamo veramente in tanti e c'è sempre confusione, parecchi Full Course Yellow e Safety Car, con tantissimi piloti forti ed esperti che nelle ripartenze già alla prima curva sono competitivi. E poi c'è tantissimo lavoro ai box, come il cambio pilota. Erano tutte cose che dall'esterno non mi aspettavo fossero così importanti e complicate, anche perché in MotoGP non ci sono dato che si parte e si va fino al traguardo. E' tutto comunque interessante e divertente".

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Frederic Vervisch , Nico Muller, Valentino Rossi

Photo by: WRT Team

L'anno prossimo sarai ancora nel GT World Challenge o pensi di essere pronto per fare la 24h di Le Mans?
"Credo che correrò ancora qui, a Le Mans spero di poterci andare nel 2024, che era l'obiettivo iniziale. Bisogna però ragionare gara per gara, io vorrei continuare nello stesso campionato perché mi diverto tanto e vorrei provare ad essere più competitivo".

Nel frattempo pensi di fare qualche gara endurance in inverno?
"Vorrei fare la 12h del Golfo, cui ho preso parte nel 2019 e 2020. Ad Abu Dhabi mi sono divertito moltissimo, per questo spero di esserci. Ad oggi, però, non sappiamo se sarà possibile, stiamo cercando di capire con il team se possiamo organizzare la partecipazione, oppure correrne un'altra invernale in preparazione del prossimo anno".

Dopo questa esperienza in macchina, che idea ti sei fatto delle GT?
"Ho corso con le Ferrari 458 e 488 in passato, oggi le macchine sono migliorate ed evolute tanto in aerodinamica, possono andare molto più forte in curva. Ma la cosa più evidente è la crescita del livello dei piloti, in questa serie ce ne sono tantissimi ufficiali esperti ed altri più giovani che provengono dalle monoposto che sanno subito come trattare una GT3".

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Valentino Rossi

#46 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Valentino Rossi

Photo by: Camilss

Hai in programma altre uscite in macchina, come rally o Dakar?
"Ho sempre pensato che la mia carriera sarebbe proseguita sulle macchine una volta terminata l'avventura in moto. Per me era importantissimo rimanere nel mondo delle corse e vivere l'adrenalina della competizione. In passato ho fatto dei rally e mi sono divertito, ma credo che per me sia più adatto l'asfalto e la pista. Sicuramente la Dakar è una grandissima gara, ma il mio posto sono i circuiti".

Parlando invece di MotoGP, abbiamo visto che si sta scatenando l'aerodinamica; cosa ne pensi?
"Guardo sempre le gare e parlo spesso coi piloti, è un mondo che amo e che mi manca perché per oltre 30 anni è stata la mia vita. Oggi le moto stanno diventando sempre più simili alle macchine, quando sei al volante e in scia ad un'altra vettura senti parecchio l'aerodinamica. E così sta diventando anche sulle moto, nelle ultime due stagioni ci sono state tante evoluzioni sotto questo aspetto, ecco perché ora è anche più difficile superare".

Chi pensi vincerà?
"Credo che sia una corsa a tre fra Bagnaia, Quartararo ed Espargarò. E' tutto apertissimo e tutto può accadere, sono tutti vicini in termini di punti, con poche gare alla fine, quindi bisognerà seguirli attentamente".

condividi
commenti
GTWC | Ferrari: Fuoco per il titolo, lo aiutano Pier Guidi-Rovera
Articolo precedente

GTWC | Ferrari: Fuoco per il titolo, lo aiutano Pier Guidi-Rovera

Articolo successivo

GTWC | Barcellona: dominio Mercedes nelle prove del sabato

GTWC | Barcellona: dominio Mercedes nelle prove del sabato