Lamborghini Gallardo padrona nella 300 Km di Sugo

Lamborghini Gallardo padrona nella 300 Km di Sugo

La coppia Takayuki Aoki-Manabu Orido si aggiudica la gara del Super GT giapponese malgrado un fuoripista

Difficile pensare a un “colpo di coda” o a un “ultimo canto del cigno”, perché la Lamborghini Gallardo è una supercar molto competitiva e certamente seguiterà ad esserlo anche dopo l'arrivo in pista della nuova Huracán nella stagione 2015.

Sta di fatto che la GT3 FL2 della Casa di Sant'Agata Bolognese si è concessa nella 300 Km di Sugo il primo successo dell'anno nel Super GT giapponese, grazie alla vittoria assoluta e all'affermazione nella prioritaria Classe GT300.


Artefici dell'exploit i veterani Takayuki Aoki e Manabu Orido, che hanno portato il bolide emiliano del Team Manepa a conquistare il gradino più alto del podio nonostante un'uscita di pista del secondo pilota verso la fine della gara, compensata dai 30 secondi di vantaggio a quel punto disponibili sul lotto degli inseguitori.

Nella corsa nipponica del 22 luglio, va registrata anche la sesta piazza assoluta della coppia Shinya Hosokawa-Koji Yamanishi con l'altra Lamborghini Gallardo FL2 GT3 della scuderia CrystalCroco impegnata nel campionato.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Manabu Orido , Kouji Yamanishi
Articolo di tipo Ultime notizie