Nova Race pronta al ritorno in pista nel 2019 con la sua Ginetta

condividi
commenti
Nova Race pronta al ritorno in pista nel 2019 con la sua Ginetta
Di:
21 feb 2019, 12:04

Il team varesino sta per scegliere il primo equipaggio impegnato nel GT4 internazionale ed apre a piloti interessati al campionato italiano.

È ancora presto per la primavera meteorologica, ma per quella agonistica Nova Race è già pronta e scalda i motori. Nel 2019 la squadra varesina schiererà le inossidabili Ginetta G55 in un palcoscenico allestito dall'organizzazione principe del Gran Turismo internazionale: la SRO di Stephane Ratel che ha inventato e portato al successo la categoria GT4.

Con le auto della categoria ideale per conciliare budget, performance e show, il team dell'imprenditore Luca Magnoni a breve (il prossimo 26 febbraio) sarà sul tracciato di San Martino del Lago, nei pressi di Cremona, per definire i tre piloti che costituiranno il primo equipaggio.

Il periodo invernale ha peraltro portato una ventata di novità positive anche per le prospettive del GT4 in Italia. Sono già insolitamente numerose le squadre che hanno annunciato (o stanno per farlo) la presenza nella categoria nella quale Nova Race ha interpretato il ruolo di pioniere.

La svolta non è passata inosservata ed il team manager Nicola Sinigaglia lo conferma: "Scoprire che in Italia in molti si stiano rendendo conto del potenziale del GT4 non può che farci piacere, dato che in questo settore Nova Race è stata presente anche quando questa era una scelta controcorrente".

A marzo la squadra fedelissima delle sobrie ma divertenti Gran Turismo britanniche pertanto terrà una serie di sessioni di test aperte a chi vorrà "assaggiare" le Ginetta pensando ad una presenza nel Campionato Italiano, che da quest'anno si è sdoppiato in quattro meeting Endurance ed altrettanti Sprint.

"Siamo più ottimisti sulle possibilità di essere in Italia in uno o entrambi i campionati di fronte ai recenti cambiamenti in positivo", spiega Sinigaglia. "Il nuovo assetto dei campionati con la possibilità di prendere parte a quattro sole trasferte favorisce l'accesso in Gran Turismo anche a chi in precedenza poteva contare solo su budget appropriati per categorie monomarca. E con tre piloti al volante a dividere i costi delle gare anche l'Endurance può diventare abbordabile, forse non con un GT3, ma certamente sì se si tratta del GT4, per il quale siamo strutturati più che adeguatamente sia come staff che come materiale, anche grazie alla nuova sede vicino a Varese, nella quale ci siamo trasferiti prima della pausa natalizia".

Articolo successivo
GDL Racing: un 2019 tra Lamborghini Super Trofeo, Blancpain e Carrera Cup Italia

Articolo precedente

GDL Racing: un 2019 tra Lamborghini Super Trofeo, Blancpain e Carrera Cup Italia

Articolo successivo

Nick Yelloly è stato aggiunto alla lista dei piloti ufficiali della BMW

Nick Yelloly è stato aggiunto alla lista dei piloti ufficiali della BMW
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie GT
Autore Redazione Motorsport.com
Be first to get
breaking news