Lotus Cup Italia: Nespoli e Crosa vincono ad Adria

Lotus Cup Italia: Nespoli e Crosa vincono ad Adria

Dopo i primi due round stagionali è il primo a comandare la classifica, con 9 punti di margine su Guastamacchia

Il pronostico è stato rispettato...solo a metà. Dato per grande favorito dopo il primo appuntamento di Varano De’ Melegari, nel secondo round della Lotus Cup Italia andato in scena ad Adria, Franco Nespoli è stato nuovamente l’uomo da battere fino a Gara 2, quando un errore lo ha privato di un altro risultato a podio. La battuta d’arresto dell’elvetico, dopo la vittoria in Gara 1, ha fatto il gioco del compagno di squadra Guastamacchia il quale, con due piazzamenti a podio, si porta al secondo posto in classifica a soli 9 punti da Nespoli.

QUALIFICHE
Quella di Adria è stata una doppia sessione di qualificazione tiratissima, con i primi 8 piloti racchiusi in pochi decimi. A svettare in entrambe è stato lo svizzero Franco Nespoli, mai impensierito durante la mezzora complessiva che ha stabilito le due griglie di partenza per il secondo round della Lotus Cup Italia. Alle spalle del portacolori dell’Aggressive Team Italia un ottimo Davide Stabellini (Essecorse), davvero a suo agio sul tortuoso circuito rodigino. Seconda fila in Gara 1 per Eugenio Pisani (Siliprandi Racing) affiancato da Mauro Guastamacchia (Aggressive Team Italia); proprio il pilota di Rozzano conquista la la terza posizione in griglia per Gara 2 ad un’altra sorpresa del week end, Alberto Crosa.

GARA 1
La prima sfida ad Adria della Lotus Cup Italia 2015 ha preso il via di prima mattina già sotto un caldissimo sole, regalando emozioni sin dai primi metri. Dalla pole position non scattava benissimo Nespoli (richiamato poi dai Commissari Sportivi per posizionamento non corretto sulla griglia), che doveva subito difendersi da Pisani, Guastamacchia e Stabellini, quest’ultimo penalizzato poco dopo dalla Direzione Gara con un Drive-Through per partenza anticipata che comprometteva irrimediabilmente la sua gara relegandolo a fondo gruppo. Nel mentre si accendeva la lotta tra Sauto, Crosa e Manassero, coì come tra Fiore e Grisi poco più indietro. Pisani teneva bene il ritmo nelle prime fasi non riuscendo però ad attaccare lo svizzero Nespoli, mentre Guastamacchia perdeva leggermente terreno. Crosa riusciva ad avere la meglio nei confronti di Sauto, poco dopo imitato da Manassero, autore di un ottimo sorpasso che sorprendeva il pilota della nera Elise. Grisi recuperava su Fiore ma a metà gara, per una perdita di efficenza ai freni, era costretto a rallentare il passo. A poche tornate dalla bandiera a scacchi Manassero riusciva a sopravanzare Crosa, portandosi minaccioso alle spalle di Guastamacchia mentre Sauto rischiava grosso nel corso di un doppiaggio, finendo con la vettura completamente sull’erba in piena velocità, manovra che favoriva l’ottimo Fiore che saliva così in sesta piazza. Sotto la bandiera a scacchi transitava così per primo Nespoli (Aggressive Team Italia) davanti a Pisani (Siliprandi Racing) e Guastamacchia (anche lui con i colori dell’Aggressive Team Italia). Alle loro spalle Manassero, protagonista di una bella rimonta, Crosa, Fiore, Sauto, Grisi, Stabellini, Utzieri, Geminiani ed Enrico Ferraresi.

GARA 2
Non si può certo dire che la seconda gara di Adria della Lotus Cup Italia 2015 sia stata avara di emozioni! Dopo 25 minuti di fuoco è stato Alberto Crosa a trionfare davanti a Mauro Guastamacchia e Marco Fiore, tutti autori di una gara straordinaria e, soprattutto, priva di errori. Al semaforo verde era proprio Crosa a scattare meglio di tutti mentre alle sue spalle c’era il primo colpo di scena, con Sauto che toccava Guastamacchia spedendolo in testacoda, costringendo il portacolori dell’Aggressive Team Italia a ripartire dal fondo. Poco dopo sempre Sauto entrava in contatto con Fabiani all’ultima curva, con il ravennate che finiva anch’egli per compiere un 360° con ripartenza in coda al gruppo. Per questo avvio “focoso” Sauto veniva penalizzato con un Drive-Through, proprio nel mentre che un nuovo colpo di scena andava a segnare la corsa: Nespoli, che stava cercando di attaccare la leadership, finiva contro le barriere danneggiando la sua Lotus Elise e per lui era il ritiro. Con Guastamacchia che risaliva furiosamente posizioni su posizioni, a metà gara si accendeva la lotta tra Stabellini e Manassero, battaglia che culminava con una toccata e relativo testacoda di entrambi; Manassero, nel giro successivo, commetteva un errore che gli faceva definitivamente perdere contatto con i primi. Di tutto questo ne approfittavano Guastamacchia, Fiore e Grisi, che risalivano rispettivamente al secondo, terzo e quinto posto mantenendoli sino alla bandiera a scacchi. Era quindi Crosa a tagliare per primo il traguardo seguito a pochi centesimi da Guastamacchia, che ha provato fino all’ultimo l’attacco senza esito, e un bravissimo Marco Fiore, con l’elvetico (il più giovane della Lotus Cup) al suo primo podio. Quarto terminava Stabellini seguito da Grisi, Manassero, Utzieri, Sauto, Fabiani, Geminiani ed Paolo Ferraresi.

In classifica generale Nespoli conduce con 79 punti, nove in più del compagno Guastamacchia e diciannove sul duo Pisani-Fabiani; nella classifica team è l’Aggressive Team Italia al primo posto provvisorio con 152 lunghezze seguito da Essecorse con 99

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Franco Alberto Nespoli
Articolo di tipo Ultime notizie