Lotus Cup Italia: nel 2014 arriva la rivoluzione

Lotus Cup Italia: nel 2014 arriva la rivoluzione

PB Racing, Hexathron Racing Systems e Gruppo Peroni le chiavi per il successo

Lotus Cup Italia 2014, un grande progetto che è già realtà. PB Racing, concessionaria Lotus per l'Italia, ha definito quella che si preannuncia come una serie ricca di novità, dall'auto al format passando per il calendario ma, soprattutto, per il suo costo contenuto, tutto questo grazie anche ad un accordo raggiunto direttamente con la casa di Hethel. Il modello scelto per la Lotus Cup Italia 2014 è la Elise, sulla quale PB Racing in collaborazione con Hexathron Racing Systems, affermata società di consulenza per il race engineering a livello internazionale, stanno lavorando da settimane. Reverse engineering e simulazione CFD sono stati i primi interventi per definire la configurazione aerodinamica della nuova vettura Lotus Cup 2014. Per quanto riguarda la meccanica, il motore è già stato istallato sul banco prova per definire e ottimizzare i componenti del kit di evoluzione motore. Hexathron Racing Systems e PB Racing stanno sviluppando un kit specifico che porterà la Lotus Elise destinata al trofeo ad un incremento significativo di potenza e coppia. Modello di vettura unico, kit unico, motori piombati e regolamento congelato per tre anni sono i punti cardine di una filosofia in controtendenza con il passato. Cambio sequenziale, peso inferiore ai 700 kg, rollbar omologato prodotto in collaborazione con OMP, impianto di estinzione racing, impianto frenante AP Racing: al termine dello sviluppo questo kit sarà in vendita presso PB anche per tutti coloro che vogliono rendere la propria Lotus più "Racing". La parte sportiva verrà gestita dal Gruppo Peroni, che insieme a PB Racing ed Hexathron sta lavorando ad un format particolare per rendere ancora più entusiasmanti prove ufficiali e gare. Il target è quello di contenere il più possibile i costi, vale a dire una stagione completa a meno di 30.000 € tutto incluso. Grazie alla collaborazione con alcune importanti aziende che hanno creduto nella validità del progetto, si sta lavorando al primo tassello verso la costituzione di un montepremi, fattore sul quale PB Racing spinge molto per offrire un riconoscimento a tutti i piloti più veloci che prenderanno parte alla serie, nonché un trofeo "rosa" dedicato a tutte le ragazze che saranno sicure protagoniste della serie. Il debutto in pista della vettura definitiva è previsto dopo l'estate, ma una Lotus sperimentale sarà presente a Varano de' Melegari nel prossimo weekend del 22-23 giugno nell'ambito della Coppa Italia, dove a portarla in pista sarà Stefano d'Aste, patron della PB Racing, per una prima verifica prestazionale sul campo gara alla quale seguirà una seconda apparizione in occasione della 4 Ore di Misano Adriatico a fine luglio.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Articolo di tipo Ultime notizie