L'Autorlando vince la 3 Ore Champions Cup di Imola

L'Autorlando vince la 3 Ore Champions Cup di Imola

Trionfo per la Porsche affidata a Camathias e Ghezzi. Tra i prototipi bene la Wolf della Emotion Motorsport

Debutta a Imola la 3 Ore Endurance Champions Cup, il nuovo campionato di durata targato Gruppo Peroni Race riservato alle vetture a ruote coperte. Al termine di una gara dura e combattuta, la vittoria assoluta va all'equipaggio GT composto dallo svizzero Joel Camathias e dall'italiano Giuseppe Ghezzi, al volante della Porsche 997 GT3R preparata da Autorlando.

In classe Silver, riservata alle vetture Turismo, si registra il successo dell'equipaggio turco composto da Fatih Ayan, Levent Kocabiyik, Aytac Biter al volante della BMW M3 E92, preparata dalla Promotorsport e schierata sotto le insegne della Borusan Otomotiv Motorsport.

Tra i Prototipi del raggruppamento Bronze il primato è marchiato Wolf con la barchetta della Emotion Motorsport condivisa da David Fumanelli, Luca Pirri Ardizzone, Davide Amaduzzi.

LA CRONACA
Al via Camathias e Ghezzi scattano davanti a tutti e prendono la testa, con Vito Postiglione e Davide Roda che, con la Porsche 997GT3 Cup della Ebimotors, cercano di tenerne il passo indiavolato. Postiglione-Roda arriveranno poi secondi assoluti, precedendo sul podio un'altra Porsche 997GT3 Cup, quella messa a disposizione a Federico De Nora e Paolo Montin dalla scuderia Bonaldi Motorsport.

Mantengono un ottimo passo anche Fumanelli-Pirri Ardizzone-Amaduzzi che, da subito, dimostrano di poter marciare a ritmi da assoluto. Il loro quarto posto nella generale, però, non è stato certo frutto di una passeggiata, a causa di alcune noie tecniche che hanno costretto il trio della Emotion Motorsport a una lunga sosta ai box con conseguente furiosa rimonta.

Tra i Prototipi di classe Bronze, una menzione particolare la meritano Nicola De Val e Guglielmo Belotti, per buona parte di gara in testa alla graduatoria di raggruppamento e in bagarre diretta con le GT con la Wolf dell'Avelon Formula, e Filippo Calicetti e Gianmarco Gamberini, pure velocissimi con l'altra Wolf della Emotion Motorsport. Purtroppo, nessuna delle due vetture ha raggiunto la bandiera a scacchi.

Combattutissima, infine, la partita tra le vetture Turismo della classe Silver, vinta con il quinto posto assoluto da Ayhan-Kocabiyik-Biter, con continui cambi di vertice. Al verde, parte bene l'equipaggio composto da Massimo Zanin e Mariano Bellin che, schierati dalla Promotor Sport, saranno successivamente costretti al ritiro. Così si accende la bagarre tra il fortissimo equipaggio turco, la Renault Megane V6 affidata dalla Zero Racing a Alberto Gabbiazzi e Andrea Mosca, la BMW M3 E46 fornita da RC Motorsport agli esperti e sempre efficaci Roberto Del Castello e Roberto Benedetti.

Nel finale Ayhan-Kocabiyik-Biter allungano il passo, andando a conquistare un meritatissimo quinto posto assoluto che vale loro la vittoria di classe, proprio davanti a Gabbiazzi-Mosca e Del Castello-Benedetti.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Joël Camathias
Articolo di tipo Ultime notizie