Happy Racer punta forte sulla 6 Ore di Roma

Happy Racer punta forte sulla 6 Ore di Roma

Schiererà una Ferrari 458 con Biagi, Geri e Francioni

Guardare avanti, con la consapevolezza di poter ripartire da quelle potenzialità espresse fino al ritiro. La scuderia Happy Racer si aspettava l'ennesima soddisfazione di alto livello ma, contro ogni aspettativa, ha dovuto fare i conti con la malasorte, elemento che ha escluso i propri portacolori dalla classifica finale di due avvenimenti di gran risonanza. Un palcoscenico decisamente prestigioso, giunto all'appuntamento finale. Il GT Open, in scena sul circuito di Catalunya, non ha portato fortuna alla scuderia Happy Racer, rappresentata da Ferdinando Geri e Marco Cioci sulla Ferrari 458 GT3. A mettere fuori causa la vettura italiana è stata la rottura del telaio, a causa del contatto con un muretto nei giri di ricognizione di Gara 1. Un ritiro che, tuttavia, lascia ampi spiragli per una nuova avventura internazionale della struttura della Mole, al centro delle evoluzioni sull'intero panorama motoristico. Un impegno totale ed appassionato che andrà in scena il 20 novembre prossimo, sui chilometri del Circuito di Vallelunga, teatro della “6 Ore di Roma”. Una gara che la scuderia Happy Racer affronterà con la consapevolezza di poter puntare decisamente in alto, rappresentata da Ferdinando Geri, dal pluricampione FIA GT Championship Thomas Biagi e da Filippo Francioni, su Ferrari 458.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Ferdinando Geri
Articolo di tipo Ultime notizie