Gulf 12 Hours: AF Corse alla riscossa dopo 8 ore

Gulf 12 Hours: AF Corse alla riscossa dopo 8 ore

Comanda la 458 di Ardagna/Bruni/Vilander con le vetture gemelle ad inseguire

La seconda parte della Gulf 12 Hours è iniziata in maniera davvero disastrosa per la Kessel Racing: dopo aver dominato la prime 6 ore della corsa di Abu Dhabi, la Ferrari 458 di Broniszewski/Peter/Zampieri è stata costretta a rientrare ai box a causa di un problema con la parte anteriore della carrozzeria ed è precipitata a quattro giri dai battistrada. La gara quindi dopo otto ore sembra assolutamente sotto controllo per le altre rosse della AF Corse: al comando c'è quella numero 1 di Ardagna/Bruni/Vilander, che ha completato 207 giri con un vantaggio di circa 25" su quella marchiata AF Waltrip dei poleman Popow/Dalziel/Kaffer. La terza posizione invece è occupata dalla 458 numero 2 della AF Corse, ovvero quella affidata a Sarrazin/Minassian/Potolicchio, che viaggia altri 22" più indietro. La schiera delle vetture doppiate continua poi ad essere aperta dalla Porsche dell'Autorlando con S. Bleekemolen/Di Guida/J. Bleekemolen, risalita al quarto posto grazie alle disavventure capitate alla Ferrari della Kessel Racing, ma anche ai temponi di Jaroen Bleekemolen, autore del giro più veloce della corsa in 2'11"462. Se è in classe GT3 e nella classifica assoluta è costretta ad inseguire, tra le GTX è la Porsche a comandare, con la vettura della Ebimotors (Beretta/Scanzi/Silva/Benucci), 13esima a 15 giri dalla vetta. Tra i prototipi, infine, contianua a comandare la Wolf GB08 della Avelon Formula, sesta con Bellarosa/Latif/Al-Dhaeri.

Gulf 12 Hours - Classifica dopo 8 ore

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Gianmaria Bruni , Toni Vilander , Gaetano Ardagna
Articolo di tipo Ultime notizie