Ginetta G50 Cup: Bonacini si conferma leader

Ginetta G50 Cup: Bonacini si conferma leader

La vittoria di gara 1 ad Imola lo ha mantenuto in vetta. "Giagua" stupisce tutti in gara 2

Ad Imola, nel quarto appuntamento della Ginetta G50 Cup, ancora una conferma per Alessandro Bonacini. Il veloce pilota emiliano del team Rangoni Corse, dopo avere messo a segno la sua terza pole nelle qualifiche di sabato, si è imposto nella prima delle due gare del weekend, confermandosi assieme al compagno di squadra Manuel Lasagni in testa al campionato riservato alle GT gommate Yokohama. Un fine settimana che ha evidenziato anche il nome di “Giagua” (Nova Race), più veloce nel secondo turno di qualifiche e vincitore di gara 2. Doppio podio per Stefano Stefanelli, entrambe le volte secondo nonostante proprio in gara 2 fosse stato costretto ad avviarsi dal fondo dopo la penalizzazione inflittagli al termine delle prove, dal momento che nel serbatoio della sua vettura non era stata trovata benzina sufficiente per procedere alle regolari operazioni di verifiche. Tra i protagonisti anche l’austriaco Florian Renauer, terzo in gara 1. Una nota particolare infine per Luca Magnoni, in continua crescita, finito sul gradino più basso del podio di gara 2, confermando quanto di buono aveva già fatto vedere nel precedente round di Salisburgo. Nelle posizioni “top” anche Maurizio Copetti, Roberto Gentili e lo stesso Lasagni. GARA 1 Prime tre posizioni invariate in partenza. Bonacini si avvia bene dalla pole, portandosi al comando. Dietro di lui si accodano nell’ordine Renauer e Stefanelli. Gentili supera invece Copetti e risale quarto. Scivola sul fondo invece Pellegrini, che scattava dalla terza fila. Bonacini allunga subito il passo e, dopo solo due giri, porta a tre secondi e mezzo il proprio vantaggio nei confronti di Renauer. Alla Rivazza, nel corso del terzo passaggio, Gentili è autore di un’escursione sulla sabbia che lo costringe a retrocedere sesto, facendo sfilare sia Copetti che Foglio. Al quinto giro anche Cappelletti prova ad infilare il pilota romano all’ingresso del Tamburello, ma finisce per girarsi ripartendo in coda al gruppo. Tra i due litiganti ha ragione Cristoni, mentre è Magnoni ad insidiare adesso Gentili, prima di finire fuori. A 11’ dal termine Cristoni passa anche Foglio e si porta quinto. Subito dopo, alla staccata del Tamburello, l’altro sorpasso-capolavoro di Stefanelli ai danni di Renauer. Ed è in quest’ordine, con Bonacini sempre al comando, che viene data la bandiera a scacchi. GARA 2 Alle spalle di “Giagua”, perfetto al via, si porta subito Lasagni che, proprio in partenza, riesce sopravanzare Renauer. Al secondo giro, all’ingresso della Tosa, l’emiliano cerca di infilare il leader della corsa che risponde. Renauer salta sul cordolo e Pellegrini (quarto) prova a trovare un varco ma finisce per girarsi. L’austriaco compie invece un’escursione subito dopo alla Villeneuve e Gentili si porta terzo. Stefanelli, in rimonta dalle retrovie, si ritrova quinto e non risparmia numeri. All’inizio del quinto giro Lasagni affianca “Giagua” all’interno del Tamburello. I due si toccano, girandosi entrambi. Ma “Giagua” è lesto a ripartire rimanendo in testa. Dietro di lui Gentili e Stefanelli, mentre Renauer e Copetti hanno un contatto all’uscita della Tosa, con il secondo che finisce in testacoda. Ancora “show” alla Variante Alta, con Lasagni che sferra un attacco allo stesso Renauer ma si gira a sua volta, beccandosi anche un “drive through” dalla direzione gara. Poi Stefanelli guadagna ancora una posizione portandosi secondo e prendendo la scia di “Giagua”. A tempo praticamente scaduto Stefanelli tenta l’impossibile alla prima staccata, ma arriva a ruote bloccate, finisce sulla ghiaia e quando rientra (davanti a tutti) restituisce la posizione a “Giagua” per non incorrere in penalità, ritornando pertanto secondo. Il toscano, da quel momento in poi, deve difendersi da Gentili che si avvicina pericolosamente, a sua volta tallonato da Magnoni, Renauer e Frazza. Per “Giagua” si concretizza così il suo primo successo della stagione, mentre Gentili proprio nella curva che immette sul rettilineo d’arrivo finisce largo agevolando così il sorpasso di Magnoni, che chiude definitivamente sul gradino più basso del podio. GINETTA G50 CUP, Imola, 21/07/2013 Classifica gara 1 1. Alessandro Bonacini (Rangoni Corse) 16 giri, 31’04”686 2. Stefano Stefanelli (Nova Race) +13”249 3. Florian Renauer (Renauer Motorsport) +15”469 4. Maurizio Copetti (Nova Race) +16”016 5. Gian Piero Cristoni (Rangoni Corse) +16”632 6. Piero Foglio (Nova Race) +30”562 7. Roberto Gentili (Nova Race) +41”847 8. Tiziano Cappelletti (Rangoni Corse) +43”614 9. Tiziano Frazza (Nova Race) +1’08”044 10. Marco Pellegrini (Dinamic) +1’37”462 GINETTA G50 CUP, Imola, 21/07/2013 Classifica gara 2 1. “Giagua” (Nova Race) 16 giri, 31’39”773 2. Stefano Stefanelli (Nova Race) +1’852” 3. Luca Magnoni (Nova Race) +2”773 4. Roberto Gentili (Nova Race) +3”338 5. Floria Renauer (Renauer Motorsport) +3”559 6. Tiziano Frazza (Nova Race) +25”261 7. Manuel Lasagni (Rangoni Corse) +30”622 8. Massimiliano Colombo (Rangoni Corse) +44”759 9. Marco Pellegrini (Dinamic) +4 giri

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Alessandro Bonacini
Articolo di tipo Ultime notizie