Emanuele Morganti è il primo vincitore di GT Talent

Mercoledì 6 ottobre si è concluso il GT Talent, talent format italiano dedicato al mondo dei motori, che è stato vinto da una giovane promessa del motorsport italiano, Emanuele Morganti, da sempre appassionato di motori e di progetti ad essi relativi.

Emanuele Morganti è il primo vincitore di GT Talent

Emanuele Morganti, 27 anni, di Frosinone, Cyber Security Engineer. È questa la carta di identità del vincitore della prima edizione di GT Talent, il contest per aspiranti piloti professionisti che, dopo 8 lunghe tappe di selezione in tutta Italia ed una serratissima semifinale, ha visto andare in scena lo scorso 6 ottobre l’ultimo atto presso l’autodromo di Vallelunga, a nord di Roma.

Sotto una pioggia battente, la finale di GT Talent ha regalato emozioni a non finire: i 2 contendenti, Emanuele Morganti e Luca Amoroso, si sono dati battaglia fino all’ultimo secondo, alternandosi in testa nelle varie prove, che sessioni cronometrate su tre diversi ambienti: Guida con sistema SKID, Guida su simulatore, Guida in pista con Ferrari 458 e 430 GT challenge.

Alla fine, con merito ed un bottino di 107 punti, è stato il giovane frusinate Morganti a portarsi a casa il primo titolo GT Talent così come deciso e certificato dai giudici d’eccezione Giancarlo Fisichella, Claudia Peroni, Marco Cioci ed Andrea Gilardi.

Grazie a GT Talent, il vincitore si ritroverà presto nuovamente sul circuito di Vallelunga in griglia di partenza al volante di una Ferrari 488 Challenge della Easy Race in occasione di una delle tappe della Coppa Italia GT 2022. Il sogno di diventare pilota professionista è servito.

GT Talent 2021
GT Talent 2021
1/5

Foto di: Emanuele Morganti

GT Talent 2021
GT Talent 2021
2/5

Foto di: Emanuele Morganti

GT Talent 2021
GT Talent 2021
3/5

Foto di: Emanuele Morganti

GT Talent 2021
GT Talent 2021
4/5

Foto di: Emanuele Morganti

GT Talent 2021
GT Talent 2021
5/5

Foto di: Emanuele Morganti

condividi
commenti
GT Italiano, Linossi Regina in GT Cup Sprint: "Sono orgogliosa"

Articolo precedente

GT Italiano, Linossi Regina in GT Cup Sprint: "Sono orgogliosa"

Articolo successivo

Comandini ha provato la BMW M4 GT3: "Si fa guidare ed è sincera"

Comandini ha provato la BMW M4 GT3: "Si fa guidare ed è sincera"
Carica i commenti