BRC Racing Team: attacco "verde" al Giro d'Italia

La struttura cuneese si impegna in maniera massiccia con vetture ecologiche

BRC Racing Team: attacco
Sette Kia Venga; la Suzuki Swift Sport 1600; la Seat Leon Supercopa; la Nissan 350Z tutte rigorosamente ed esclusivamente alimentate a GPL. Ecco la formazione d’attacco alla Grande Corsa promossa da BRC Racing Team: un attacco verde! Mariano Costamagna e Massimiliano Fissore, rispettivamente fondatore e manager di BRC Gas Equipment e profondi appassionati di gare automobilistiche, stanno definendo i dettagli della loro presenza in quella che definiscono “… una delle iniziative che seguiamo con grande interesse sportivo e mediatico”; ripetendo l’esperienza al “Giro” dello scorso anno che si è manifestata in termini di competitività, affidabilità ed economicità assoluta delle vetture schierate da BRC Racing Team. E’ tempo di ferie anche per l’azienda cuneese di Cherasco, leader mondiale nell’energie alternative, periodo che gli industriali piemontesi invece dedicano alla pianificazione della partecipazione al Giro d’Italia Automobilistico 2012. Eccellente pilota, ottimo protagonista del “Giro” 2011 con la Nissan 350 Z sino all’incolpevole incidente frontale contro la Ferrari 430 di Ezio Mazza, che lo ha costretto al ritiro a Imola, Fissore sta intrecciando e coordinando le molteplici richieste di partecipazione alla gara che giungono da più parti. Segno che il messaggio “verde” delle vetture alimentate a GPL sta diventando una bella realtà nel panorama automobilistico sportivo. “L’elenco dei piloti è corposo e ci darà modo di mettere in campo una decina di vetture. Per ora possiamo dire che personalmente tornerò con la Nissan 350 Z assieme al sanremese Marco Argentin. Costamagna correrà con la Seat Leon Supercopa, per migliorare il sesto posto assoluto dello scorso anno, e sarà come sempre affiancato da Roberto Olivo. Poi ci saranno i trofeisti, quei piloti che in questi mesi stanno animando il Campionato Italiano Energie Alternative Green Scout Cup. Saremo un bel gruppo come lo scorso anno”. Il BRC Racing Team sarà una presenza significativa in ogni piazza, vivacizzerà i paddock degli autodromi con il villaggio appositamente allestito, garantendo anche una particolare nota ecologica alla manifestazione attraverso le vetture da gara alimentate esclusivamente a GPL. Il veneto Paolo Strabello, nono assoluto nell’edizione passata e primo della Green Scout Cup del Giro d’Italia assieme a Mauro Grassi, conta di ripetersi quest’anno battagliando con i compagni – avversari come Alberto Carobbio in coppia con Stefano Farina. L’eco del successo dell’iniziativa BRC richiama nuovi iscritti. Quella delle compatte della Casa coreana di BRC è una sfida nella sfida, elettrizzante e serrata che movimenta le classifiche della Grande Corsa ed alla quale, per la prima volta nel 20121, prenderà parte il campione europeo rally auto storiche, Enrico Brazzoli, che conferma: “Il 2012 è stato per me un anno di transizione, incentrato sullo sviluppo della nuova Porsche 911. Il “Giro” è il giusto modo di chiudere la stagione. Non è solo per la spinta di Fissore che ho deciso d’essere della partita, è stimolante l’idea di correre per così tanti giorni in una gara dove partiamo tutti con le medesime possibilità”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Articolo di tipo Ultime notizie