24 Ore di Dubai sfortunata per la Nova Race

24 Ore di Dubai sfortunata per la Nova Race

La Ginetta del team emiliano è stata costretta al ritiro da un problema tecnico

C’era molta attesa per la 24 Ore di Dubai della scorsa settimana, in cui il team Nova Race si presentava con una Ginetta G50 GT4 affidata all’equipaggio tutto italiano composto da Maurizio Copetti e Roberto Gentili (entrambi al proprio debutto in una gara di tipo endurance), oltre che da Fabio Ghizzi, Luca Magnoni e Luis Scarpaccio. Dopo i podi conquistati lo scorso anno nella 24 Ore di Barcellona e nella 12 Ore di Abu Dhabi che si è disputata a dicembre, altissima era infatti l’attenzione nei confronti della vettura inglese schierata in pista dalla squadra emiliana, in un contesto particolarmente interessante come quello della classica degli Emirati Arabi. Tutto sembrava filare liscio, tanto che fin dalle battute iniziali la Ginetta della Nova Race aveva dimostrato di potere lottare per le prime posizioni di classe, senza accusare il benché minimo inconveniente. Almeno fino alla 17esima ora, quando un problema al motore (biella) ha decretato un definitivo ed improvviso stop. Il ritiro, arrivato dopo 344 giri, non ha comunque demoralizzato più di tanto. Uomini ed energie sono infatti già tutti concentrati per il prossimo impegno dell’inedita 12 Ore del Mugello. L’appuntamento è per il 14 e 15 marzo e sarà l’unica trasferta tricolore nell’ambito delle manifestazioni di durata della 24H Series by Creventic. Un appuntamento a cui la Nova Race sarà presente in forze, con gli equipaggi che verranno ufficiali nelle prossime settimane.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Articolo di tipo Ultime notizie