Prima volta a Silverstone per il leader GTS Roda

condividi
commenti
Prima volta a Silverstone per il leader GTS Roda
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
17 lug 2014, 16:08

Giorgio dividerà ancora una volta l'abitacolo di una Ferrari 458 della AF Corse con Paolo Ruberti

C’è ancora profumo di Formula 1 sul circuito di Silverstone, dopo due settimane dalla gara britannica del Circus, ma ora la musica è cambiata e a risuonare nelle campagne inglesi saranno i potenti motori delle vetture dell’International GT Open. Giorgio Roda arriva da capoclassifica in GTS e vuole continuare a mantenere la posizione dopo una prima parte di campionato da incorniciare.

A Silverstone inizia il “girone di ritorno” della serie guidata da Jesus Pareja che, dopo la gara inglese andrà in vacanza sino al 7 settembre, quando le vetture saranno protagoniste all’università dell’automobilismo di Spa Francorchamps, poi sarà la gara di casa per Giorgio Roda a Monza il 28 settembre per chiudere a Barcellona il 19 ottobre.

Sul circuito britannico si preannunciano sfide di alto livello con l’equipaggio della Ferrari 458 Italia del team AF Corse a cercare altri importanti punti e podi che, sinora, non sono mancati, anche grazie all’apporto di Paolo Ruberti che affianca il driver comasco nella stagione. Sempre quelli gli avversari da battere con Alan Sicart staccato di 6 punti nella classifica GTS, uno in più rispetto al suo connazionale Aicart e al russo Meleev. Nella classifica generale Roda è in quinta posizione, pronto ad insidiare i protagonisti della classe Super GT per strappargli un podio assoluto.

"Come sempre parto con la speranza di portare a casa il maggior numero di punti possibili dalla trasferta di Silverstone. È la mia prima volta sul circuito inglese e sarà certamente difficile riuscire ad imparare tutto in pochissimo tempo. Le prove libere di oggi mi danno fiducia e saranno sicuramente d’aiuto per l’apprendimento del tracciato anche grazie ai preziosi consigli di Paolo. Ovviamente l’incognita meteo, in Inghilterra, va sempre considerata, quindi dovremo anche rapportarci con questo cercando il miglior assetto possibile e con il team AF Corse che sinora mi ha sempre dato una vettura perfetta" ha detto Roda.

Prossimo articolo GT Open

Su questo articolo

Serie GT Open
Piloti Paolo Ruberti, Giorgio Roda
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie