Giorgio Roda punta a conservare la leadership in GTS

Giorgio Roda punta a conservare la leadership in GTS

E' questo l'obiettivo primario del portacolori della AF Corse, ancora in coppia con Ruberti, nella sua gara di casa

La gara di casa da leader della classifica. Basterebbe solo questo per spiegare l’importanza del prossimo weekend nella stagione di Giorgio Roda nell’International GT Open. Il driver comasco, in coppia con Paolo Ruberti, reduce da una piovosa gara americana, sarà al via con la Ferrari 458 Italia del team AF Corse nel penultimo weekend della serie riservata alle supercar Gran Turismo. Una gara particolare, unica tappa italiana della serie e gara di casa per il giovane portacolori del team diretto da Amato Ferrrari.

Sicuramente, dalla parte di Roda, ci sarà un pubblico proto a trasmettere qualche cavallo in più alla Rossa di Maranello, ma dall’altra ci sarà una gara che, come sempre, sarà molto combattuta con 21 vetture al via delle quali ben 16 in classe GTS. Dopo la gara di Spa-Francorchamps, certamente non la migliore della stagione per l’equipaggio della Ferrari 458 Italia numero 56, la classifica ha comunque sorriso a Roda che si presenta a Monza con 9 punti di vantaggio su José Perez Aicart e 13 sull’equipaggio Porsche formato da Matteo Beretta e Joel Camathias. Un bottino che il comasco dovrà gestire assieme all’esperto compagno d’avventure Paolo Ruberti, fondamentale nella crescita di Roda nella sua prima stagione a ruote coperte.

"Gli obiettivi sono sempre gli stessi: terminare entrambe le gare, fare punti e conservare la leadership. Ma questa volta è diverso, si corre in casa, su di un circuito che conosco molto bene e sul quale sono cresciuto. Bisognerà trovare la giusta concentrazione anche davanti a tutti gli amici e tifosi. È Monza, il Tempio della Velocità, e io voglio onorare questo circuito leggendario dove si è scritta e si continua a scrivere la storia dell’automobilismo. Sarebbe bello salire su quel podio sospeso a coronare una stagione che, fino ad oggi, mi ha regalato tante soddisfazioni. Sarebbe la giusta ricompensa per tutte quelle persone che mi consentono di essere qui, oggi, a combattere per la classifica di campionato" ha detto Roda.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT Open
Piloti Paolo Ruberti , Giorgio Roda
Articolo di tipo Ultime notizie