Biagi e Crestani conquistano il titolo nell'International GT Open 2016

Grazie al secondo posto colto nella prima gara del weekend l'equipaggio dell'Orange1 Team Lazarus si laurea matematicamente campione. Successo per Estre e Terting, mentre Balfe e Keen conquistano il terzo gradino del podio.

Biagi e Crestani conquistano il titolo nell'International GT Open 2016

E' giunto con una gara di anticipo il titolo 2016 nell'International GT Open per Thomas Biagi e Fabrizio Crestani. L'equipaggio dell'Orange1 Team Lazarus, giunto sul tracciato di Barcellona con un margine di 29 punti sul duo Monje-Yacaman, ha chiuso in anticipo i giochi con una gara perfetta sintesi di una stagione vissuta ad altissimi livelli.

Il merito della prestazione odierna deve essere equamente diviso tra Fabrizio Crestani e Thomas Biagi, con il primo autore di una superba pole position e capace di uno stint impeccabile sempre al comando, con un unico brivido vissuto al momento del rientro in pit lane per la sosta obbligatoria che lo visto sfiorare il muretto, mentre il secondo, rientrato in pista alle spalle di Terting e Benham, ha dapprima messo pressione al britannico del Garage 59 inducendolo all'errore, per poi conquistare un comodo secondo posto che ha il sapore della vittoria.

Ottima la performance messa in mostra dal duo dell'Attempto Racing. Kevin Estre ha seguito per tutto il suo stint Crestani, restando entro i due secondi di distacco dall'italiano, mentre Terting, grazie ad una strategia ottimale, è riuscito a prendere il comando delle operazioni una volta uscito dalla pit lane ed è stato abile nel non commettere alcun errore sino alla bandiera a scacchi.

Di rilievo anche la rimonta messa in mostra da Philip Keen. Il britannico del Garage 59 ha dapprima avuto la meglio su Youluc nella lotta per la quarta posizione, per poi riuscire a sopravanzare un Benham decisamente deludente e concludere sul terzo gradino del podio insieme a Shaun Balfe.

Le fasi finali della gara hanno regalato emozioni anche per la conquista della quarta piazza. Protagonisiti dell'emozionante battaglia sono stati Daniel Zampieri, Michael Benham e Jerome Policand, con l'italiano autore di uno stint decisamente aggressivo e protagonista di due sorpassi da standing ovation ai danni dei rivali che lo hanno visto cogliere un meritatissimo quarto posto in coppia con Antonelli proprio davanti al pilota del Garage 59 ed al portacolori dell'AKKA ASP.

L'Attempo Racing può festeggiare anche per il settimo posto colto da Christian Krognes in coppia con Emil Lindholm. Quest'ultimo ha a lungo battagliato nel corso del suo stint con Esteban Gini, ma l'argentino del Drivex School ha dovuto alzare bandiera bianca dopo una foratura che lo ha costretto al ritiro.

Deludente l'ottavo posto conclusivo colto da Yoluc. Il turco non è riuscito a replicare le performance mostrate dal compagno di team Hankey, mentre decisamente incolore la gara odierna per Ramos e Pieter Schothorst giunti in nona posizione davanti alla Aston Martin Vantage GT3 di Sini.

Da dimenticare, infine, la corsa di Yacaman e Monje. Il colombiano ha sofferto particolarmente nel corso del suo stint, girando subito su un passo decisamente distante dai primi, mentre Monje ha accusato dei problemi alla ripartenza dal box.

I meccanici del Teo Martin Motorsport, vista l'impossibilità della vettura di spostarsi dalla piazzola di sosta, sono intervenuti spingendo la BMW per una buona parte della pit lane, ma la manovra è stata sanzionata dalla direzione gara con dieci secondi di penalità.

 

 

 

condividi
commenti
Crestani perfetto, conquista la pole per Gara 1 a Barcellona

Articolo precedente

Crestani perfetto, conquista la pole per Gara 1 a Barcellona

Articolo successivo

Daniel Zampieri centra la pole per Gara 2 a Barcellona

Daniel Zampieri centra la pole per Gara 2 a Barcellona
Carica i commenti