Jeffrey Schmidt: “Stagione soddisfacente, ma nel 2018 inseguo la vittoria”!

Bilancio positivo nell’ADAC GT Masters 2017 per il giovane driver rossocrociato, in cima nella classifica Rookie e secondo miglior svizzero alle spalle di Rolf Ineichen, settimo assoluto.

Jeffrey Schmidt: “Stagione soddisfacente, ma nel 2018 inseguo la vittoria”!
Trophy Podium: 1. #77 Callaway Competition, Corvette C7 GT3-R: Jules Gounon, Daniel Keilwitz, 2. #2
#2 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Jeffrey Schmidt, Christopher Haase
Trophy Podium: 1. #77 Callaway Competition, Corvette C7 GT3-R: Jules Gounon, Daniel Keilwitz, 2. #2
#2 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Jeffrey Schmidt, Christopher Haase
#2 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Jeffrey Schmidt, Christopher Haase
Podium: 3. #2 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Jeffrey Schmidt, Christopher Haase
#1 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Connor De Phillippi, Christopher Mies und #2 Montapla
#2 Montaplast by Land-Motorsport, Audi R8 LMS: Jeffrey Schmidt

Invasione di tifosi svizzeri nell’ultimo atto stagionale dell’ADAC GT Masters 2017 al Motodrom di Hockenheimring, distante meno di due ore di auto dal cuore di Basilea. Spedizione premiata dal successo nell’ultima corsa di Rolf Ineichen e dal terzo rango ottenuto dal basilese Jeffrey Schmidt.

 

Jeffrey ha confermato il buon feeling con lo storico tracciato tedesco sul quale trionfò nel campionato Porsche Carrera Cup, concludendo un’ottima prima stagione in GT3 al fianco di Christopher Haase con la Land Motorsport, campione nel 2016. 

 

Per il 23enne si tratta del quarto podio consecutivo, tutti ottenuti nella seconda corsa. Schmidt ha inoltre ottenuto un quinto posto al debutto a Oschersleben, due ottave piazze al Nürburgring e pure nell’ultima corsa a Hockenheim.

“Credo che abbiamo svolto un lavoro eccezionale nella seconda metà di stagione”, afferma Schmidt. “Sfortunatamente, ci è mancata un po’ di costanza nella prima parte, nella quale non siamo andati a punti in cinque occasioni, di cui quattro a causa di guasti tecnici. Quali aspetti migliorare? Occorre sfruttare maggiormente le giornate di prove libere in modo tale da essere rapidi già dal sabato”.

 

Nella classifica piloti, Jeffrey è balzato dall’undicesima alla nona posizione dopo l’ultimo appuntamento stagionale a soli quattro punti dal miglior pilota elvetico Rolf Ineichen, settimo.

Inoltre, Schmidt ha chiuso in seconda posizione nella classifica riservata ai Rookie, nella quale figurano ben 19 piloti dei 25 iscritti al campionato. Per il driver svizzero è stato quasi impossibile lottare con Jules Gounon, vincitore assoluto dell’ADAC GT Masters 2017 con una Callaway Corvette nettamente superiore (primo nel sabato di Hockenheim e secondo nella corsa domenicale).

“Non posso che essere contento della prima stagione in GT. In tre occasioni sono stato il primo tra gli esordienti, oltre a quattro podio assoluti. La nostra Audi non è mai stata più veloce della Corvette, ma su questo ci lavoreremo”, ha ammesso Schmidt. 

 

Alla giovane promessa dell’automobilismo rossocrociato è quindi mancata solo la vittoria in questa stagione. “Sì, ma ci proverò il prossimo anno”.

 

Malgrado le negoziazioni contrattuali non siano ancora iniziate, Schmidt potrebbe restare un’altra stagione con Wolfgang Land. “Spero di poter continuare la mia esperienza con questo bellissimo team dove mi sento davvero a mio agio”, ammette il pilota.

Archiviata la stagione 2017, Jeffrey si concentrerà sulla tesi di laurea all’Università di Basilea. Dalla pista ai banchi di scuola…

condividi
commenti
La colonna di Rahel Frey: una stagione suddivisa in tre fasi

Articolo precedente

La colonna di Rahel Frey: una stagione suddivisa in tre fasi

Articolo successivo

Debutto nel GT Masters vincente per Caldarelli ad Oschersleben

Debutto nel GT Masters vincente per Caldarelli ad Oschersleben
Carica i commenti