Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

Debutto nel GT Masters vincente per Caldarelli ad Oschersleben

In coppia con Bortolotti, il pilota italiano ha condotto al successo in gara 2 la Lamborghini della ORANGE1 by GRT Grasser, ed ora è leader nella classifica del campionato.

Podio: i vincitori #63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti, 2. #82 GRT Grasser Racing Team Lamborghini Huracán GT3: Rolf Ineichen, Christian Engelhart, 3. #7 HB Racing Ferrari 488 GT3: Dominik Schwager, Luca Ludwig

Alexander Trienitz

#63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti
#63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti
I vincitori #63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti e il #82 GRT Grasser Racing Team Lamborghini Huracán GT3: Rolf Ineichen, Christian Engelhart
I vincitori #63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti
#63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti
#63 ORANGE1 by GRT Grasser Lamborghini Huracán GT3: Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti

Andrea Caldarelli conquista la vittoria al debutto nel GT Masters. Il pescarese, Factory Driver per Lamborghini Squadra Corse, grazie al successo ottenuto in gara 2 è il leader del campionato con 25 punti.

In coppia con Mirko Bortolotti, l’abruzzese ha guidato la vettura nella qualifica domenicale, andando a conquistare il secondo posto da cui ha poi preso il via la gara del pomeriggio. Dopo il pit-stop, la vettura #63 dell’ORANGE1 by GRT Grasser è uscita in scia alla gemella, sopravanzandola nell’ultimo stint.

La corsa si è poi conclusa con la safety-car per un’uscita di una Mercedes nel finale, che non ha comunque messo in discussione il successo. La leadership di campionato sarebbe comunque potuta essere più netta se, dopo il secondo posto ottenuto in gara-1, tutte le auto del GRT non fossero state squalificate per un’infrazione al regolamento tecnico, che non ha tuttavia falsato la performance delle vetture, come dimostrato proprio dalla prestazione domenicale

"Ci stiamo abituando molto bene in questo inizio di stagione 2018. In seno all’ORANGE1 by GRT Grasser è stato fatto un grande lavoro grazie a Lamborghini Squadra Corse, e questo ne è il risultato. In qualifica questa mattina ci è mancato qualcosina per conquistare la pole, ma in gara tutto è andato perfettamente, Mirko ha fatto un ottimo lavoro nel suo stint e siamo qui a festeggiare il primato" ha detto Caldarelli.

"C’è grande rammarico per quanto avvenuto in gara-1, dove la squadra è stata squalificata perché è stato rinvenuto nel box il macchinario della telemetria che utilizziamo nel Blancpain. Uno sbaglio in totale buona fede, perché non abbiamo utilizzato questa strumentazione, ma essendo la nostra vettura la stessa per entrambe le serie, abbiamo ovviamente lo stesso materiale in trasferta. Il successo di oggi penso tuttavia che tolga ogni incertezza sul nostro valore e potenziale" ha aggiunto.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Jeffrey Schmidt: “Stagione soddisfacente, ma nel 2018 inseguo la vittoria”!
Articolo successivo Patric Niederhauser vincitore a Most e leader del campionato!

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera