SGT Cup - GT Cup: Tujula e Vainio centrano il successo in Gara 1 al Mugello

L'equipaggio del Vincenzo Sospiri Racing, dopo aver centrato la pole, si impone nella corsa del sabato precedendo Bonacini-Pastorelli e Benvenuti-DeMarchi. In GTCup successo per La Mazza-Nicolosi davanti a Palazzo-Pisani.

SGT Cup - GT Cup: Tujula e Vainio centrano il successo in Gara 1 al Mugello
Lamborghini Huracan-S.GTCup #106, Vincenzo Sospiri Racing: Vainio-Tujula
Lamborghini Huracan S.GTCup #101, Vincenzo Sospiri Racing: Liang-Ortiz
Lamborghini Huracan, S.GTCup #116, Vincenzo Sospiri Racing: Cazzaniga-D’amico
Porsche Cayman GT4 CS #205, Kinetic Racing: Neri-Pizzola
Porsche 997 Cup My 12-GTCup #176, Siliprandi: Pisani-Palazzo
Lamborghini Huracan-S.GTCup #103, Antonelli Motorsport: Perolini-Romani
Ginetta G55-GT4 #206, Nova Race: Luca Magnoni
Porsche 997 Cup-S.GTCup #169, Ebimotors: La Mazza-Nicolosi
Porsche 997 GT4 #204, Autorlando Motorsport: Ghezzi-Giovanelli

Tutto bene in partenza con le due vetture del VSR che hanno mantenuto la prima fila, con Vainio leader davanti a Pastorelli. Nella GT Cup Ferrara parte bene e manteneva la leadership ma poco dopo si è dovuto ritirare per noie elettriche. Ottimo Pietro Perolini che mantiene la quarta posizione dietro a Kasai e davanti a Desideri. Pisani non lascia scampo e si porta in testa alla GT Cup davanti a La Mazza.

In GTS Speakerwas sempre in grande spolvero comanda la classifica davanti a Giovanelli e De Castro. Vainio sigla il giro veloce con 1’50”644, Perolini largo alla Casanova lascia passare Desideri. Rischio per Kasai che stava passando Pastorelli, non si accorge del sorpasso sulla Porsche GTS. Cazzaniga dopo il rientro ai box rientra in gara con tre giri di distacco.

Continua la manovra di Kasai che pressa in continuazione la macchina di Pastorelli, il giapponese sbaglia all’Arrabbiata, prende la ghiaia andando largo e va in testacoda.

Si apre la finestra dei cambi al giro dodici con Pizzola-Neri che si danno il cambio, come il leader Vainio che cede il volante a Tujula. De Castro entra per la sosta obbligatoria con Perolini che cambia per Romani. Palazzo prende il volante da Pisani , mentre Cerati va in testacoda colpito da una Lambo.

Al giro quattordici Pastorelli entra ai box e cede la vettura a Bonacini, Desideri out per Perullo. Ortiz pressa Romani e lo passa dopo la Bucine, al giro quindici entra La Mazza per Nicolosi e sale D’Amico che prende il volante da Cazzaniga. Sosta obbligatoria anche per Speakerwas al passaggio quindici, doccia fredda per De Marchi che prende 6”5 di penalità per sosta irregolare e 2”166 per Ortiz.

Al giro diciassette entra la Safety Car per rimuovere la Porsche di palazzo che si è insabbiata. Dopo il restart, la classifica vede Tujula in testa davanti a Bonacini e Perullo. In GTCup svetta Nicolosi, in GTS Speakerwas sempre leader davanti a Arrigosi e Ghezzi.

Nel finale di gara Bonacini prova ad avvicinarsi al leader Tujula con tre secondi e mezzo di ritardo. In GTS sempre Speakerwas davanti a Arrigosi e De Castro. Prima della fine Perullo rientra per un “controllo” e rientra in pista.

Sotto la bandiera scacchi la vittoria va a Tujula-Vainio (VSR) davanti a Bonacini-De Marchi (Imperiale Racing) e Benvenuti-De Marchi (Imperiale Racing). In GTCup vittoria per La Mazza Nicolosi (Ebimotors) davanti a Palazzo-Pisani (Siliprandi). Nella GTS vittoria per Speakerwas davanti a Pizzola-Neri e De Castro.

GT Italiano - Mugello - Gara 1 SGT Cup - GT Cup

condividi
commenti
SGT3 - GT3: Cheever e Malucelli si impongono in Gara 1 al Mugello
Articolo precedente

SGT3 - GT3: Cheever e Malucelli si impongono in Gara 1 al Mugello

Articolo successivo

Festa VSR in SGT Cup: Cazzaniga-D'Amico primi, Vainio-Tujula campioni

Festa VSR in SGT Cup: Cazzaniga-D'Amico primi, Vainio-Tujula campioni
Carica i commenti