Misano, Qualifiche: pole al team Antonelli con Agostini, Rovera e Moiseev

condividi
commenti
Misano, Qualifiche: pole al team Antonelli con Agostini, Rovera e Moiseev
Di:
18 mag 2019, 03:55

Dietro alla Mercedes AMG GT3 c'è la Lamborghini Huracan del team Sospiri Racing di Kang e Tujula. Terzo posto per Comandini, Sims e Johansson (BMW Italia).

Con il tempo sempre variabile, a Misano la sorpresa è arrivata con lo scattare del semaforo verde. In quel preciso momento, sono iniziate a cadere gocce di pioggia e di conseguenza WET PRACTICE. Frassineti va in testa con 1’35”640, seguito da Tujula, Weerts, Fisichella e Fra Linossi. Carboni vola con la Porsche della Duell Race ed è primo tra le Light con 1’43”305 davanti a Cristoni.

In GT4 Svetta Fontana con la BMW M4 con Chiesa e Magnoni a inseguire. Parziali da record per la 488 GT3 di Fisichella che passa primo e scende sotto all’ 1’35” con 1’34”988. Fra Linos prende un Warning dalla Direzione gara per taglio alla piega che immette sul rettifilo che porta alla Quercia. Segnalazioni un po’ per tutti i piloti che tendono a tagliare, per fare meno strada e quindi migliorare il tempo. Romani in forma con Fisichella, Frassineti e Cioci nelle prime tre posizioni.

Mantovani, al rientro nella serie tricolore, va in testa nella Light davanti a Cristoni. Carboni recupera e si mette in scia a Mantovani. Sotto la bandiera a scacchi la Pole passa di mano e va nelle mani di Frassineti 1’34”985 (Imperiale Racing) davanti a Fisichella (Scuderia Baldini) secondo per tre millesimi e Di Amato (RS Racing SSD).

Tra le Light, miglior tempo per Carboni 1’39”531 (Duell Race) davanti a Mantovani (Iron Lynx) e Cristoni (Antonelli Motorsport). In GT4, il terreno di caccia è sempre della BMW M4, questa volta il più veloce è Fontana (BMW Team Italia) davanti a Chiesa e Magnoni. A proposito della Ginetta , la novità 2019 è un Up Grade al motore e l’inserimento dell’ABS e minor peso.

Q2

Primo tempo cronometrato per Kang (VSR), ma Gersekowski (Imperiale Racing) fa meglio con 1’35”697, terzo Skaras, poi Veglia (Easy Race). Paolino in gran forma mette la sua Lambo (GT Light) settima assoluta con 1’42”254. Agostini vola con la Mercedes di Antonelli e va in Pole con 1’34”519 davanti alla vettura gemella di Palma. Paolino conferma la seconda posizione dietro la leadership di Skaras davanti a La Mazza terzo.

In GT4, qualifica sempre in mani BMW, questa volta con Guerra davanti a Gnemmi e Schjerpen. Direttamente da Milano, Stefano Gai (Scuderia Baldini) sale secondo davanti alla Huracan di Mul (Imperiale Racing). A quattro minuti dalla fine della sessione, Agostini conferma la leadership con Mul secondo davanti a Nato e Gai quarto davanti a Palma, ma Nielsen li passa entrambi ed è terzo. Tra le Light, posizioni invariate, stessa cosa tra le GT4.

La bandiera scacchi conferma la Pole di Agostini (Antonelli Motorsport) davanti a Mul (Imperiale Racing) e Nielsen (Easy Race). Tra le Light, Skaras ottimo al debutto con Paolino e La Mazza a seguire. In GT4 si conferma mattatrice la M4 di Guerra (BMW Team Italia) davanti a Gnemmi (Ebimotors) e Schjerpen (Nova Race).

Q3

La pioggia si abbatte subito all’accensione del semaforo verde, Rovera insieme a Sims e Tujula provano a fare il tempo con Cazzaniga davanti alla Light di De Marchi. Negli ultimi nove minuti la pioggia aumenta di intensità e i piloti rientrano per il cambio pneumatici. Pera con la Cayman GT4 è undicesimo assoluto con 1’48”222, penalizzato Villeneuve (Scuderia Baldini) che va a sostituire gli pneumatici senza un crono.

Ruberti è secondo tra le Gt4 con Camathias terzo mentre Weerts (Audi Sport Italia) è senza tempo, ma riesce a risalire in settima posizione con Villeneuve che segna 1’51”654. Rovera-Sims e Tujula confermano le prime tre posizioni, tra le Light un ottimo De Marchi (Iron Lynx) vola primo e quinto assoluto con Speakerwas secondo e Michelotto terzo. In GT4 Pera davanti a Ruberti e Camathias. La griglia di partenza che viene ricavata dalla somma delle tre qualifiche, Pole per la Mercedes di Moiseev-Rovera-Agostini (Antonelli Motorsport) davanti a Kang-Tujula(VSR) e Comandini-Johansson-Sims (BMW Team Italia).

Carte totalmente rimescolate a causa della pioggia, con i piloti della terza sessione che sono rimasti “incartati” nella seconda parte della classifica. Proprio da loro ci si aspetta una bella rimonta, magari con una strategia aggressiva. Paolino-De Marchi-Mantovani (Imperiale Racing) sono i più veloci tra le Light davanti a Cristoni- Michelotto-Skaras (Antonelli Motorsport) e La Mazza-Speakerwas-Carboni (Duell Race).

In GT4 Pera-Gnemmi-Neri (Ebimotrors) volano con la Cayman, inseguono in seconda e terza posizione Fascicolo-Guerra-Fontana (BMW Team Italia) e Magnoni-Schjerpen (Nova Race). Le previsioni meteo per la gara di domani prevedono pioggia, quindi c’è un grosso punto interrogativo sulle strategie da adottare. La differenza potrebbe essere nell’esperienza di alcuni piloti che in condizioni difficili si trovano meglio e la griglia di partenza, o meglio l’ordine di partenza è in mano ai team che decideranno in assoluta libertà. Semaforo verde alle 15.40.

Articolo successivo
Misano, Libere 2: Fisichella, Gai e Villeneuve in vetta con la Ferrari della Scuderia Baldini

Articolo precedente

Misano, Libere 2: Fisichella, Gai e Villeneuve in vetta con la Ferrari della Scuderia Baldini

Articolo successivo

Successo per l'Imperiale Racing nella tappa di Misano del Tricolore Endurance GT

Successo per l'Imperiale Racing nella tappa di Misano del Tricolore Endurance GT
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie GT Italiano
Evento Endurance: Misano
Sotto-evento Venerdì
Autore Stefano Reali
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie