Piloti ufficiali: “Lambo” regina anche quando non... c'è

Piloti ufficiali: “Lambo” regina anche quando non... c'è

Mirko Bortolotti e Alberto Viberti, vincitori nel GT tricolore a Monza, scelti tramite lo Young Drivers Program

Lamborghini Squadra Corse? Vince anche quando non... c'è, anche quando non corre “in prima persona”. Ciò accade però sempre più spesso per “interposta persona” grazie ai suoi piloti ufficiali, a coloro i quali si sono formati alla scuola dello Young Drivers Program voluto da Giorgio Sanna. Con la stagione 2015, molti di loro sono stati collocati in altre squadre e in campionati diversi dagli impegni diretti della Casa di Sant'Agata Bolognese: monomarca e Blancpain Endurance Series con la nuova Huracán.

È il caso di Mirko Bortolotti e Alberto Viberti, già protagonisti del Lamborghini Blancpain Super Trofeo. Il trentino e il piemontese si sono infatti aggiudicati entrambe le gare del secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Gran Turismo a Monza al volante della Gallardo numero 63 della Imperiale Racing, squadra da sempre vicina alla factory emiliana...

"È stata una gara in cui eravamo talmente sul pezzo che, secondo me, è difficile ricordarsi ogni singolo episodio! Abbiamo fatto un lavoro di squadra eccezionale e la macchina ci ha dato tutto quello di cui avevamo bisogno per riuscire a vincere entrambe le gare grazie al gran lavoro della Imperiale Racing, dice Viberti.

“Abbiamo fatto un grosso passo in avanti da Vallelunga e lo abbiamo dimostrato. Quello di quest'anno è l'ambiente giusto per me per crescere professionalmente, anche grazie all'appoggio di Mirko (Bortolotti, ndr). Ora non possiamo fare altro che affrontare la stagione a testa alta, consapevoli del fatto che i nostri avversari lavoreranno duramente per riprenderci! Un sentito grazie a tutta la squadra di Ivano Pignatti e alla Lamborghini per la fantastica sorpresa che ho ricevuto subito dopo il podio di Gara 2! È un onore entrare a far parte di un loro programma ufficiale. Farò il massimo per dare il mio contributo e per portare il 'Toro' sempre sul gradino più alto del podio!...”, termina Alberto.

"È stato un fine settimana assolutamente perfetto. Pole position, due vittorie ed il giro più veloce in Gara 2: non avrei potuto certo chiedere di più. Tutta la squadra ha lavorato duramente durante l'inverno per migliorare la vettura nei suoi punti deboli, in primis l'affidabilità”, spiega Bortolotti.

“Poter ripagare i ragazzi con i risultati che si meritano, mi rende molto felice. Però già ad Imola le cose si complicheranno: con 30 secondi di handicap, infatti, potremmo considerare Gara 1 praticamente già 'archiviata' per noi, ma cercheremo comunque di limitare i danni con tutte le nostre forze. In questo campionato la stabilità psicologica è fondamentale", conclude Mirko.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT Italiano
Piloti Mirko Bortolotti , Alberto Viberti
Articolo di tipo Ultime notizie