W Series
G
Le Castellet
25 giu
Prossimo evento tra
114 giorni
G
Spielberg
02 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
Moto3
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
Moto2
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
24 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
Formula E
10 apr
Prossimo evento tra
38 giorni
Formula 1 IndyCar
G
GP di Indianapolis Gara 1
14 mag
Prossimo evento tra
72 giorni
28 mag
Prossimo evento tra
86 giorni
MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
24 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
50 giorni

GT Italiano, Mugello, Libere 2: Audi ancora in vetta

Anche nella seconda sessione di Libere Mattia Drudi e Riccardo Agostini sono stati i più rapidi precedendo la Ferrari di AF Corse e la Mercedes dell'AKM Motorsport.

GT Italiano, Mugello, Libere 2: Audi ancora in vetta

La seconda sessione di libere chiude i lavori della giornata di questo venerdì, nella prima un problema tecnico ha rallentato Galbiati-Venturini poi risolto prontamente dal Team Imperiale Racing per questa seconda ora.

Primo tempo per Michelotto-Hudspeth, ma subito abbassato da Kroes-Pulcini, scavalcato a loro volta da Nemoto-Tujula. A sorpresa ma in realtà ce lo aspettavamo, Drudi-Agostini si portano in testa con 1’50”249. I GT Cup svettano Carboni-Sauto con 1’56”109 davanti Greco-Chiesa.

In GT4 ancora a segno Gnemmi-Pera davanti a Guerra-Riccitelli e Belicchi-Vullo. Vola la Huracan di Nemoto-Tujula con 1’50”019, mentre Drudi-Agostini non mollano la presa, scendendo sotto il muto del 1’50 siglando 1’49”889.

Di Amato-Vezzoni rispondono a tono e salgono terzi con 1’50”238. Sesta posizione per Simon Mann e il rientrante dalla 4H di Le Mans Matteo Cressoni con 1’50”676. Cressoni-Mann salgono in vetta alla classifica generale con 1’49”369. Virtual Safety Car dopo venti minuti per testacoda della Porsche di Sauto-Carboni alla Poggio Secco.

La vettura con l’aiuto dei commissari riprende il via e torna ai box per i controlli del caso.

Scambio di Ferrari in testa alla classifica con Roda-Rovera che abbassano il limite a 1’48”522, completando i primi tre posti all’insegna della vettura di Maranello. Ancora una neutralizzazione con VSC per l’uscita della Mercedes GT4 di Magnoni, sembra per un contatto con la Porsche di Gnemmi-Pera T10. La Porsche riesce a rientrare mentre la Mercedes con Magnoni va in Safe Zone dopo l’uscita della Palagio.

A 16’42” Green Flag per l’ultimo quarto di sessione. Nella generale Roda-Rovera mantengono la testa davanti alla BMW di Comandini-Zug e la Ferrari di Mann-Cressoni. In GT Cup Carboni-Sauto sono i più veloci davanti a De Marchi-Cristoni e Greco-Chiesa. In GT4 leadership per Segù-De Luca, seconda piazza Gnemmi-Pera e terza per Magnoni.

Drudi-Agostini si mettono alle spalle del leader con 1’48”959 mentre la Mercedes di Ferrari stacca un ottimo 1’48”890 e sale secondo. La R8 non molla e Agostini-Drudi si riprendono la leadership con 1’48”344, ma devono fare i conti con Roda-Rovera che migliorano ma restano secondi a settantasette millesimi. Roda-Rovera al giro successivo abbassando di due decimi il primo parziale, ma molla nel secondo. Greco-Chiesa si riprendono la leadership della GT Cup con 1’54”556.

Sul finale si migliora la Huracan del Team LP con Cazzaniga-Marcucci ma la bandiera rossa, manda tutti ai box per l’uscita di una Porsche, quella di Fadel, tra le due Arrabbiate. Il pilota del Team Dinamic è riportato in pista dai commissari e riesce a rientrare ai box. Domattina dalle 11.50 le due qualifiche.

 

condividi
commenti
GT Italiano, Mugello, Libere 1: Audi subito in vetta

Articolo precedente

GT Italiano, Mugello, Libere 1: Audi subito in vetta

Articolo successivo

GT Italiano, Mugello: Nemoto e Galbiati si dividono le pole

GT Italiano, Mugello: Nemoto e Galbiati si dividono le pole
Carica i commenti