W Series
G
Le Castellet
25 giu
Prossimo evento tra
118 giorni
G
Spielberg
02 lug
Prossimo evento tra
125 giorni
Moto3
G
Losail
26 mar
Prossimo evento tra
27 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
Moto2
G
Losail
26 mar
Prossimo evento tra
27 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
Formula E
G
Diriyah E-Prix II
27 feb
Prossimo evento tra
07 Ore
:
19 Minuti
:
07 Secondi
Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
27 giorni
IndyCar
G
GP di Indianapolis Gara 1
14 mag
Prossimo evento tra
76 giorni
28 mag
Prossimo evento tra
90 giorni
MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
WRC

GT Italiano, Mugello: Gara 2 a Spinelli e Ferrari

Successo per la Mercedes della coppia della AKM Motorsports, che precede le due Lamborghini dell'Imperiale e della VSR in Gara 2.

condividi
commenti
GT Italiano, Mugello: Gara 2 a Spinelli e Ferrari

Nonostante la mattinata sia stata funestata da scrosci di pioggia, la partenza della gara è con pista asciutta. Parte in Pole Kikko Galbiati affiancato da Loris Spinelli sulla Mercedes e terza l’Audi che insieme a una Lamborghini e tre Ferrari vanno a braccare la prima fila, assente Baccani.

Rolling Start,  parte bene Galbiati seguito e incalzato  da Spinelli con Drudi terzo. Drudi si avvicina alla Casanova su Spinelli, Roda su Hudspeth alla Scarperia, Marcucci tiene bene la quarta piazza e divide lo schieramento in due gruppi. Primo giro di Galbiati con Zug che sale quinto, mentre Cressoni che si avvicina a Tujula.

In GT Cup De Marchi sempre leader, davanti a Chiesa e Carboni. Zug spinge la M6 e passa Marcucci alla staccata della Bucine, conquistando la quarta piazza. Hudspeth tiene bene su Tujula con Cressoni che incalza. In GT4 De Castro il più veloce davanti a Segù, terzo Guerra. 

Tujula su Hudspeth con il giro veloce di Zug al quinto passaggio con 1’47”859 mentre De Giacomi passa Fadel.  Uscita di Riva alla curva 9 ma riesce a rientrare. Pulcini, risalito da fondo schieramento passa Hudspeth con “facilità”. Pulcini e Tujula sembrano di un altro pianeta e passano la Ferrari di Roda con qualche colpetto alla carrozzeria. Cressoni passa Hudspeth al settimo, mentre Segù passa De Castro, incappato in un errore.

Tujula prova su Marcucci alla S.Donato ma passa sul “verde” senza conseguenze. Al nono Roda largo in uscita dell’Arrabbiata 2 con Cressoni che passa insieme a Huspeth che poi rientra ai box per una probabile foratura. Cressoni si mette in caccia della Lambo di Marcucci e passa al Correntaio conquistando la settima posizione.

Al decimo la lotta tra Galbiati e Spinelli si fa ancora di più interessante con la variabile doppiati. Spinelli passa Galbiati durante il doppiaggio della M4 di Meloni da parte del pilota della Huracan. Al 12° Carboni si avvicina alla Ferrari di Chiesa, mentre Spinelli allunga a un secondo e mezzo di vantaggio su Galbiati e due su Drudi. Chiesa e De Giacomi rientrano per il cambio, rispettivamente per Greco e Cassarà, seguito da Galbiati per Venturini, Marcucci per Cazzaniga, Tujula per Nemoto, Gnemmi per Pera, Vezzoni per Di Amato.

Si entra ufficialmente nella seconda parte di gara con Drudi che cambia per Agostini. Spinelli in difficoltà per passare Cazzaniga che prende bandiera bianco-nera, leggero contatto ma per fortuna passa . Al sedicesimo rientra Guerra e sale Riccitelli, Pulcini cambia per Kroes. Al giro successivo entra Cressoni per Mann, a 20’45” entra Spinelli e affida la Mercedes al giovane Ferrari.

Hudspeth cambia al limite per Michelotto mentre Venturini si avvicina al leader Ferrari sulla Mercedes. Dopo la chiusura dei cambi Ferrari in testa davanti a Venturini e Kroes, in GT Cup Greco leader davanti a Cristoni e Sauto, mentre in Gt4 Piccioli su De Luca e Riccitelli. rischio per Venturini al ventesimo che si trova Fadel in testacoda, per fortuna lo evita e continua la caccia alla Mercedes di Ferrari.

Di Amato passa Cazzaniga e sale in nona posizione. Al 21° botto di Sauto che perde la macchina in sovrasterzo nel mezzo  della Casanova-Savelli. Riccitelli passa De Luca e si porta in testa alla GT4 nel corso del 22° passaggio. Lotta in GT4 AM tra Webster e Meloni, con l’italiano che tiene botta sulla Cayman.

Dalla Direzione gara comunicano +0,291 di penalità per Greco da aggiungere al tempo finale. Ottimo passo gara di Ferrari con la Mercedes che risulta il più veloce in pista, al 24° il vantaggio sulla Huracan di Venturini e di cinque secondi e mezzo che passa poi a sei secondi e due decimi. Al giro 28 Belicchi passa De Luca  e si porta in seconda posizione in GT4 mentre Rovera pressa Nemoto.

Kroes si avvicina a Venturini nel corso dell’ultimo passaggio con Ferrari sempre in fuga Rovera di prepotenza passa Nemoto alla Bucine e sale quinto assoluto e di PRO. Ferrari nel corso dell’ultimo giro ha portato il proprio vantaggio oltre gli otto secondi e va a conquistare una splendida vittoria. Rovera sul filo di lana passa Comandini per la quarta posizione.

Sotto la bandiera a scacchi la classifica vede nell’Assoluta la vittoria di Spinelli-Ferrari (AKM Motorsport) davanti a Venturini-Galbiati (Imperiale Racing) e Kross-Pulcini (VSR). GT3  PRO-AM Nemoto-Tujula (VSR) davanti a Di Amato-Amato (RS Racing) e Mann-Cressoni (AF Corse). GT3 AM Cassarà-De Giacomi (Dinamic) davanti a Fadel (Dinamic).

In GT Cup vittoria per Greco-Chiesa (Easy Race) davanti a De Marchi-Cristoni (SR&R). GT4 PRO-AM a Riccitelli-Guerra (BMW Team Italia by Ceccato Motors) davanti a Belicchi-Vullo (Scuderia Villorba Corse) e De Luca-Segù (Nova Race). In GT4 AM a Webster-Riva (CRAM Motorsport) De Amicis-Di Giusto (Ebimotors) e Meloni (W&D Racing Team)

GT Italiano, Mugello, Gara 1: trionfo per Drudi e Agostini

Articolo precedente

GT Italiano, Mugello, Gara 1: trionfo per Drudi e Agostini

Articolo successivo

KMS torna nello Sprint con la Mercedes di Pezzucchi

KMS torna nello Sprint con la Mercedes di Pezzucchi
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie GT Italiano
Evento Sprint: Mugello
Location Mugello
Piloti Loris Spinelli
Autore Stefano Reali