Pruett in pole alla 24 Ore di Daytona con la Riley-BMW

Pruett in pole alla 24 Ore di Daytona con la Riley-BMW

Il team Ganassi piazza anche Scott Dixon al secondo posto. Nick Tandy guida il poker Porsche nel GT

Chip Ganassi monopolizza con le sue due macchine la prima fila della 24 Ore di Daytona che si disputerà nel week end: la pole position è stata firmata da Scott Pruett, l’esperto pluri-campione della Grand-Am che ha colto il giro più veloce nella sessione di qualifica con il tempo di 1’40”553 davanti al compagno di squadra Scott Dixon distaccato di appena un decimo di secondo con una analoga Ganassi Riley-BMW divisa con Felix Sabatés. Pruett, che è il campione in carica della serie di durata americana (ha vinto il titolo negli ultimi tre anni di seguito e vanta cinque affermazione), punta al quinto successo anche alla 24 Ore di Daytona che lo porterebbe ad eguagliare il record di Hurley Haywood. L’americano era molto soddisfatto dopo aver firmato la terza pole nella gara di apertura della stagione: "E' molto eccitante per la squadra mettere due macchine davanti a tutti – ha ammesso Scott, 53enne di Roseville – ma la corsa sarà un’altra cosa”. La terza piazza è stata colta da Dane Cameron con la Riley-BMW del team Sahlen autore di un 1’41”213, mentre la pole fra le vetture GT è andata a Nick Tandy con la Porsche GT3 del team Konrad Motorsport / Orbit. L’inglese al debutto come pilota ufficiale Porsche ha girato in 1’47”631, precedendo altre tre vetture tedesche. Andy Lally, vincitore fra le GT lo scorso anno, si è classificato a 0”197 da Tandy con la Porsche del Magnus Racing, mentre al terzo posto si è inserito Sean Edwards portacolori del team MOMO/NGT, davanti all’americano Patrick Long. La prima Ferrari è la 458 che è quinta con Alessandro Balzan che precede l’Audi R8 di Felipe Albuquerque.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Grand-Am
Piloti Scott Pruett
Articolo di tipo Ultime notizie