GP3: Jenzer Motorsport sul podio, primi punti per Kevin Jörg

condividi
commenti
GP3: Jenzer Motorsport sul podio, primi punti per Kevin Jörg
Peter Wyss
Di: Peter Wyss
Tradotto da: Riccardo Didier Vassalli
20 lug 2017, 19:02

Alessio Lorandi si prende il terzo posto in Gara 1 a Silverstone, trascinando l’équipe svizzera alla terza piazza nel campionato costruttori; primo risultato utile per il portacolori della Trident.

Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport, Raoul Hyman, Campos Racing
Kevin Jörg, Trident
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
Kevin Jörg, Trident
Arjun Maini, Jenzer Motorsport
Kevin Jörg, Trident
Kevin Jörg, Trident
Arjun Maini, Jenzer Motorsport
Kevin Jörg, Trident
Arjun Maini, Jenzer Motorsport
Alessio Lorandi, Jenzer Motorsport
George Russell, ART Grand Prix
Kevin Jörg, Trident.
Arjun Maini, Jenzer Motorsport
Arjun Maini, Jenzer Motorsport

A una sola settimana di distanza dall’appuntamento sul Red Bull Ring, Alessio Lorandi è sbarcato a Silverstone con l’ambizione di salire in entrambe le corse sul podio, come verificatosi nella manche inaugurale di Barcellona.

Gettata al vento la prima fila, conquistata grazie alla normativa della griglia invertita, per aver commesso un errore in partenza, la giovane promessa della scuderia elvetica si è dovuta accontentare di un ottavo posto in Gara 2.

Il fine settimana austriaco non ha sorriso particolarmente nemmeno al vincitore di Gara 2 in Spagna, cioè Arjun Maini, due volte decimo sul circuito di Spielberg. 

Sei giorni più tardi a Silverstone la situazione di partenza non è stata molto diversa da quella precedente: Lorandi quarto, Maini ottavo. 

In Gran Bretagna, Alessio si è riscattato immediatamente partendo in maniera egregia. Smarrita una posizione nei primi giri, Lorandi ha tirato fuori gli artigli per rimpossessarsi della quarta posizione, per poi dare l’assalto vincente alla medaglia di bronzo, dando seguito al podio ottenuto in Spagna.

Soltanto i leader del campionato GP3 Series, i due alfieri dell’ART, George Russell e Antoine Hubert, hanno chiuso davanti al classe 1998 della Jenzer Motorsport, mentre Arjun Maini, settimo nella prima corsa, non ha saputo trasformare la seconda posizione di partenza in un podio.

Il giovane driver indiano ha concluso l’ultima competizioni britannica al quinto posto.

 

Sesto in Gara 2, Alessio Lorandi ha contribuito ugualmente a portare in casa Jenzer punti preziosi ai fini della classifica costruttori. Con soli due piloti attualmente impiegati, la scuderia di Lyss occupa il gradino più basso del podio alle spalle di ART e Trident, che dalla loro schierano quattro piloti, mentre Arden, Campos e DAMS sono le scuderie che inseguono l’équipe bernese. 

“Naturalmente non possiamo che essere felici e orgogliosi di questo magico momento”, ammette il patron Andreas Jenzer, che non manca di sottolineare come il bottino potrebbe essere maggiormente consistente.

“I nostri ingegneri e meccanici hanno portato le vetture a un livello super, come viene dimostrato dai tempi sul giro. Lorandi e Maini sono dei buoni piloti, ma non sono ancora al livello di Russell e Aitken, i principali favoriti alla vittoria finale”.

 

L’obiettivo della Jenzer Motorsport è quindi quello di lavorare a testa bassa per permettere a uno dei propri due driver di concludere la stagione tra i primi tre. “Non vogliamo fermarci, l’idea di stare davanti con Alessio o Arjun ci stuzzica. Il nostro lavoro è impressionante, ma è tutto ancora da scrivere”.

Kevin Jörg non ha ancora raggiunto il livello dei due portacolori della Jenzer Motorsport. L’elvetico 19enne della Trident ha raccolto il miglior risultato in GP3 a Silverstone.

In Inghilterra, il giovane elvetico ha raccolto i primi quattro punti internazionali grazie alla nona posizione in Gara 1 e alla settima in Gara 2. “Forse ho ancora qualche timore nella fase di qualifica”, ammette Jörg. Il motivo? 

“Il comportamento della vettura è troppo differente da quella che pilotavo l’anno passato. Devo essere più aggressivo sul giro secco, ma sono un pilota piuttosto fine e delicato, il che lo vedo come un vantaggio nelle corse. Riesco sempre a guadagnare qualche posizione in gara, piuttosto che prendere rischi inutili”.

Il giovane pilota di Weesen resta, però, convinto del passo compiuto migrando dalla DAMS alla Trident. “L’ambientamento sta procedendo bene e velocemente, tutti i componenti della scuderia mi stanno aiutando in questo”.

E ancora: “Spero che in Ungheria possa ottenere ancora punti. Se dovessi riuscire a posizionarmi bene in Gara 2, avrei anche qualche possibilità in più. Spero che un giorno arrivi anche il primo podio”.

GP3 Series - Drivers - points standings after 6 rounds

GP3 Series - Teams - points standings after 6 rounds

Prossimo articolo GP3
GP3: Jenzer Motorsport alla ricerca di un posto tra i grandi

Previous article

GP3: Jenzer Motorsport alla ricerca di un posto tra i grandi

Next article

Gara 2: Alesi concede il bis e guida il poker Trident all'Hungaroring!

Gara 2: Alesi concede il bis e guida il poker Trident all'Hungaroring!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie GP3
Evento Silverstone
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Silverstone
Piloti Arjun Maini , Alessio Lorandi , Kevin Jörg
Team Trident , Jenzer Motorsport
Autore Peter Wyss
Tipo di articolo Ultime notizie