Alesi più forte della Safety Car conquista la vittoria in Gara 2 a Barcellona

condividi
commenti
Alesi più forte della Safety Car conquista la vittoria in Gara 2 a Barcellona
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
13 mag 2018, 09:28

ll pilota del team Trident si impone in una gara resa insidiosa dall'asfalto bagnato e riesce a non perdere la calma in occasione dei numerosi ingressi della Safety Car. Il podio si completa con Hubert secondo e Hughes gran terzo in rimonta.

Giuliano Alesi, Trident
Jake Hughes, ART Grand Prix
Anthoine Hubert, ART Grand Prix
Jake Hughes, ART Grand Prix
Giuliano Alesi, Trident
Alessio Lorandi, Trident
Giuliano Alesi, Trident
Jake Hughes, ART Grand Prix
Jake Hughes, ART Grand Prix

Come già accaduto nella passata stagione, anche quest'anno Giuliano Alesi è l'uomo di Gara 2 nella GP3 Series. 

Il pilota del team Trident è riuscito a centrare un meritatissimo successo in una seconda corsa del weekend caratterizzata da numerose neutralizzazioni con Safety Car.

Alesi è scattato benissimo dalla seconda piazza riuscendo subito nei primi metri ad avere la meglio sul poleman Correa e prendere immediatamente il comando delle operazioni, mentre alle sue spalle si è scatenata la bagarre tra i vari piloti.

A stupire al via è stato un incredibile Jake Hughes. Il pilota della ART Grand Prix è infatti riuscito a salire subito dalla tredicesima posizione di partenza sino alla quarta, mettendo così una grande pezza alla deludente prestazione di Gara 1.

Alesi è stato bravissimo nel non commettere mai una sbavatura ma quando aveva già preso un discreto vantaggio su Correa è intervenuta la prima Safety Car a neutralizzare il tutto a seguito del violento impatto a muro, in uscita di Curva 9, di Pedro Piquet.

Giuliano non ha perso la calma ed ha mantenuto in temperatura le Pirelli da bagnato scattando come una molla al settimo giro quando la vettura di sicurezza è rientrata ai box.

Alle sue spalle Hubert riusciva finalmente a scavalcare Correa e portarsi in seconda posizione, ma il francese della ART Grand Prix non è mai riuscito a tenere il ritmo del figlio d'arte.

La gara, tuttavia, è stata neutralizzata nuovamente prima al giro 11, quando Aubry, dopo un contatto con il compagno di team Mawson, si è insabbiato nella via di fuga di curva 7, e poi al giro 14 quando Tatiana Calderon, con gomme slick, ha finito la sua corsa nella ghiaia di Curva 5.

In entrambe le occasioni l'ingresso in pista della Safety Car ha castrato il tentativo di fuga di Alesi, bravo a costruire subito un margine di oltre due secondi su Hubert, ma ha anche avvantaggiato il pilota della Trident apparso decisamente aggressivo sulle Pirelli. Senza l'intervento della Mercedes a placare gli animi, forse Giuliano avrebbe sofferto nello stint finale di gara.

L'ultimo giro di gara, percorso senza più la Safety Car a regolare il gruppo, ha consentito ad Alesi di mantenere il comando e centrare così il primo successo stagionale, riconfermandosi uomo della domenica in GP3.

Il podio è stato completato da Anthoine Hubert, ancora una volta secondo, e da un immenso Jake Hughes. 

Il britannico, dopo la strepitosa partenza che l'ha visto subito risalire in quarta piazza, ha braccato Correa per poi sopravanzarlo al decimo giro. Senza le varie neutralizzazioni Hughes avrebbe avuto la possibilità di pressare anche Hubert, ma il risultato odierno ripaga l'inglese di un sabato mediocre.

Correa regala un buon piazzamento al team Jenzer con il quarto posto, mentre alle sue spalle Dorian Boccolacci è stato rapace nell'avere la meglio su un Ilott in grande difficoltà sul baganto.

Il pilota del team MP Motorsport ha sfruttato il DRS nei giri conclusivi per passare in quinta piazza, mentre Ilott ha faticato non poco nel tenere la sua ART in pista e nel finale ha ceduto anche alla pressione di Niko Kari concludendo mestamente in settima piazza.

L'ultimo pilota a prendere punti è stato l'altro finlandese presente in griglia, Laaksonen, mentre alle sue spalle si deve sottolineare la grande rimonta di Pulcini.

L'italiano è stato protagonista di una grande partenza che l'ha visto subito in quinta piazza, ma in una fase concitata di gara ha danneggiato la propria ala anteriore colpendo la vettura di Beckmann.

Pulcini è così stato costretto a tornare ai box per sostituire il musetto ed è ripartito in fondo al gruppo. Ovviamene i vari interventi della Safety Car lo hanno aiutato a recuperare terreno, ma il pilota del team Campos ha mostrato, ancora una volta, una grande velocità.

Sfortuanata, invece, la gara di Alessio Lorandi. Il pilota della Trident nel finale era riuscito a risalire sino in zona punti, regalando anche spettacolo nel duello con Tveter, ma una foratura alla posteriore sinistra all'ultimo giro lo ha costretto ad un immeritato sedicesimo posto conclusivo.

Al termine del primo round la classifica piloti vede in testa Hubert con 32 punti seguito da Mazepin a quota 25 ed Alesi con 23 punti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   6 france Giuliano Alesi  italy Trident 16 -           15 2
2   2 france Anthoine Hubert  france ART Grand Prix 16 2.0 2.000 2.000       12  
3   4 united_kingdom Jake Hughes  france ART Grand Prix 16 2.3 2.300 0.300       10  
4   10 united_states Juan Manuel Correa switzerland Jenzer Motorsport 16 3.2 3.200 0.900       8  
5   22 france Dorian Boccolacci  netherlands MP Motorsport 16 3.5 3.500 0.300       6  
6   24 finland Niko Kari  netherlands MP Motorsport 16 3.9 3.900 0.400       4  
7   1 united_kingdom Callum Ilott  france ART Grand Prix 16 4.9 4.900 1.000       2  
8   19 finland Simo Laaksonen  spain Campos Racing 16 5.5 5.500 0.600       1  
9   18 italy Leonardo Pulcini  spain Campos Racing 16 6.1 6.100 0.600   1      
10   3 russia Nikita Mazepin  france ART Grand Prix 16 6.6 6.600 0.500          
11   15 france Julien Falchero  united_kingdom Arden International 16 8.8 8.800 2.200          
12   20 mexico Diego Menchaca  spain Campos Racing 16 12.3 12.300 3.500   1      
13   23 united_kingdom Will Palmer  netherlands MP Motorsport 16 12.6 12.600 0.300          
14   7 united_states Ryan Tveter  italy Trident 16 12.6 12.600 0.000          
15   16 australia Joseph Mawson  united_kingdom Arden International 16 14.8 14.800 2.200          
16   8 italy Alessio Lorandi  italy Trident 16 14.8 14.800 0.000   1      
17   11 germany David Beckmann  switzerland Jenzer Motorsport 16 47.3 47.300 32.500   2      
  dnf 9 colombia Tatiana Calderón  switzerland Jenzer Motorsport 12 4 laps 4 giri 4 giri   1 Ritirato    
  dnf 14 france Gabriel Aubry  united_kingdom Arden International 9 7 laps 7 giri 3 giri     Ritirato    
  dnf 5 brazil Pedro Piquet  italy Trident 2 14 laps 14 giri 7 giri     Ritirato
Prossimo articolo GP3

Su questo articolo

Serie GP3
Evento Barcellona
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Jake Hughes, Giuliano Alesi, Anthoine Hubert
Team Trident
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara